Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Eccellenza – Il Sarsale espugna il campo del Gallico Catona (1-2) ed è vicecapolista

Calcio, Eccellenza – Il Sarsale espugna il campo del Gallico Catona (1-2) ed è vicecapolista

Gallico Catona 1 – Sersale 2 Eccellenza 12 giornata

Marcatori : al 37 Marcianò ( aut.), al 51 Caliò

Gallico Catona : Pratticò 6, Musarella 5,5 (al 68 Oliveri s.v.), Assumma 5,5, Casisa 5(al 54 Libri 6) , Marcianò

5,5, Calarco 5,5, Tripodi 6, Conti 6,5, Monorchio 5,5, Pellegrino 5 ( al 58 Scariolo 6,5), Penna 6. All. RipepI

Sersale : Piazza 6,5, Villella 6, Costa 6, Borelli 6, Scalise 6,5, Fratto 6, Pugliese 6, Scozzafava 6,5 (all’86

Fodero s.v.), Russo 6, Caturano 6, Caliò 6,5. All. Mancini

Arbitro- Milone di Taurianova 6 ( Palermo di Paola e Barcio di Cosenza)

Note- Espulso al 59 il tecnico del Gallico Catona Ripepi per proteste

Gallico-

di Giuseppe Calabrò – La vice capolista Sersale rafforza la sua posizione in graduatoria ( a 7 punti dalla capolista Scalea), il Gallico

Catona “scivola” in quinta posizione con 19 punti insieme alla Paolana. Una gara dagli effetti immediati in

graduatoria e da diversi stati d’animo a fine gara. Sersale che ha un baluardo in porta come Piazza, cinico

a sfruttare le due uniche occasioni da rete. Dopo la vittoria di Cutro il Gallico Catona di Ripepi “ ripiomba”

negli errori difensivi e nell’essere asfittico in fase offensiva. In porta ci tenta sempre il solito Daniele Conti

e gli attaccanti ? Scariolo ha realizzato una bella rete nel finale.

Secondo karakiri interno consecutivo ( dopo quello contro l’Isola Capo Rizzuto di 15 giorni fa) per il Gallico

Catona dal “ nuovo corso” targato Salvatore Ripepi. Ancora una gara sfortunata, un ottimo primo tempo

con il solito Daniele Conti in cattedra e al 10 la “grande occasione” sprecata da Santo Pellegrino che non

riesce a concludere in rete tutto solo davanti all’ottimo Piazza un lancio millimetrico dell’ assist man Conti.

E’ un episodio che poteva decidere la gara per i locali, che hanno sprecato ancora al 23 con Santo Pellegrino

su una “ palla inattiva” dai 16 metri.

Al 24 ancora Daniele Conti , è uno “ specialista” sulle punizione, il cuoio sibila la traversa.

Al 37 punizione “dubbia” per gli ospiti, Scozzafava “ lifta” una perfida palla che Russo destina in porta, il

cuoio ribatte sul corpo dello sfortunato Peppe Marcianò e si infila nella propria porta imprendibile per

Fabrizio Pratticò.

Al 40 Piazza ,che è uno dei migliori guardiani della categoria, tarpa le ali al solito Daniele Conti sempre

su punizione da posizione centrale. Piazza , ex portiere del Catanzaro, si inarca e devia in corner il pallone

indirizzato nel “sette”.

Il primo tempo finisce con il Sersale “ minimo sforzo massimo profitto” in vantaggio per 1 a 0.

Nella ripresa la “ doccia fredda” per i tifosi del Gallico Catona, l’esterno sinistro Caliò è abile a incunearsi in

area, l’intero reparto difensivo si “ blocca” anzi si apre a ventaglio maldestramente ed è tutto facile per lo

stesso Caliò battere in uscita Pratticò.

Subisce il contraccolpo psicologico la compagine di Salvatore Ripepi che al 55 reclama anche un penalty su

Manuel Monorchio.

Sul doppio vantaggio e con lo scorrere dei minuti Il Sersale si difende e avanza con buone trame in verticale

orchestrate da Scozzafava , da Russo , dallo stesso Caturano e da Calio.

Ripepi dalla panchina da indicazioni, si fa anche espellere per proteste. Esce Oliveri, difesa a 3 con Peppe

Calarco più avanzato.

Caturano al 64 per poco non concede il “ tris”.

Non trova “ sbocchi” laterali il Gallico Catona che “ farfuglia”a volte anche nei disimpegni difensivi, accusa

la fatica Matteo Casisa che esce per far posto al frizzante Demetrio Libri.

Si tenta il tutto per tutto. Christian Scariolo all’ 84 realizza una rete da vero attaccante ( raggiunge Conti

Con cinque reti) , Gallico Catona che si infiamma. Cinque minuti di recupero, tanti corner senza esito.

Vince il lanciatissimo Sersale di mister Mancini ,un tecnico tosto e di categoria e in passato giocatore

professionista, ancora una volta il Gallico Catona non sa darsi pace per una sconfitta che si poteva

forse evitare senza marchiani errori difensivi e sbagliando di meno in fase offensiva.

E’ un Gallico Catona che deciderà in queste frenetiche ore cosa fare per l’immediato futuro . Rimarrà

la “ colonia siciliana”(19 punti in 12 gare) o andranno via ? Si darà piena fiducia sino alla fine a Salvatore

Ripepi ? Chi arriverà? Si privilegerà la “ linea verde” ?