Home / Sport Strillit / BASKET / Basket, A2 – La Viola ci riprova. Neroarancio di scena a Casalpusterlengo
violascafati

Basket, A2 – La Viola ci riprova. Neroarancio di scena a Casalpusterlengo

di Giovanni Foti – Si avvicina la prima di due trasferte impegnative per la Viola Reggio Calabria, che affronterà prima Casalpusterlengo a Codogno, poi Tortona in quel di Verbania.
Il progetto di coach Benedetto (ri)parte da queste due sfide, con l’intento di tornare a vincere, dopo il digiuno che dura da sei gare. Assieme al ritrovato coach reggino, il nuovo innesto nello staff tecnico, nella persona di Kim Hughes, potrà essere una gran risorsa, da sfruttare al massimo, vista l’esperienza dell’ex giocatore anche su panchine di livello NBA, come Clippers e Portland negli ultimi anni.
Casalpusterlengo arriva al match dopo la sconfitta in casa di Biella, ma viaggia comunque al doppio dei punti della Viola (8).
La squadra di coach Alessandro Finelli è guidata dai due stranieri Kyke Austin (americano) e Darryl Joshua Jackson (maltese), top scorer di squadra, entrambi a 15 punti di media. Assieme all’americano Austin, a lottare sotto le plance c’è Mitchel Poletti, centro dalla grande fisicità. In regia c’è Robert Fultz, l’esperto play ex Fortitudo, Reggio Emilia, Livorno e Brescia a smistare 6.4 assist per partita. A completare il quintetto titolare è l’ex Torino, Daniele Sandri, mentre in uscita dalla panchina c’è Alberto Chiumenti con i suoi 12 punti di media.
La Viola arriva al match col roster al completo e tanto da dimostrare sul parquet, per dare una risposta sul campo e uscire dal periodo di crisi che sta vivendo. La nota positiva delle ultime uscite è sicuramente l’apporto in entrambe le fasi di gioco del nuovo arrivato Tony Dobbins, in grado di mettere pressione difensiva sugli esterni e condurre una transizione più veloce. Si attende ancora la forma migliore di Austin Freeman, vero “go to guy” della squadra di coach Benedetto, mentre in uscita dalla panchina serve l’esperienza del capitano Marco Mordente. Un ruolo fondamentale sarà quello dei lunghi neroarancio Lupusor, Crosariol e Brackins in grado di mettere in difficoltà il frontcourt avversario.
Una partita fondamentale per la Viola, che deve dare risposte sul campo dopo l’inizio caratterizzato da una falsa partenza, per rimettersi in corsa e lasciarsi alle spalle il periodo nero che sta passando.

Palla a due ore 18