Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto femminile A1 – La Città di Cosenza cerca la prima vittoria in casa

Pallanuoto femminile A1 – La Città di Cosenza cerca la prima vittoria in casa

Il campionato di A1 femminile riprenderà Sabato 28 Novembre dopo la sosta della scorsa settimana. Una pausa che ha consentito alla Città di Cosenza di lavorare con maggiore intensità in quello che è un costante percorso di crescita.

“Una sosta – osserva il tecnico Marco Capanna – che è servita a concentrarci soprattutto sul lavoro e meno sugli avversari, cosa che invece stiamo facendo dall’inizio di questa settimana”. Si riprenderà, dunque, dalla settima di andata con la compagine cosentina che ospiterà (ore 15,00) la matricola Rari Nantes Bologna. Al terzo tentativo casalingo la formazione allenata da Marco Capanna proverà a centrare la prima vittoria davanti ai propri fedeli sostenitori, dal momento che i tre successi ottenuti sono stati conquistati in trasferta, il motivo nelle parole del tecnico della Città di Cosenza. “ In casa – continua Marco Capanna – il calendario ci ha messo a confronto con la squadra Campione d’Italia e la terza forza del torneo, questa volta affronteremo un’avversaria alla nostra portata per cui mi aspetto che le mie giocatrici riescano ad imporre il più possibile il gioco”. La gara contro le felsinee, avversarie che meritano rispetto, servirà non solo a crescere ulteriormente, ma soprattutto per migliorare una classifica che inizia a farsi interessante ed è per questo che la Città di Cosenza dovrà incamerare i tre punti. Una partita che vedrà la squadra di casa godere dei favori del pronostico e per fare in modo che vengano rispettati, ci vorrà il giusto approccio e mettere in vasca tutta l’intensità di gioco possibile, con la consueta concentrazione dal primo all’ultimo minuto, sia nella fase offensiva che in quella difensiva. ”Partita fondamentale per la nostra classifica – sottolinea Marco Capanna – perché in caso di vittoria chiuderemmo in netto anticipo il discorso salvezza per poi concentrarci su altri obiettivi”.