Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: Kim Hughes, il signore d’altri tempi, torna alla Viola da assistant coach

Basket: Kim Hughes, il signore d’altri tempi, torna alla Viola da assistant coach

di Gianni Tripodi – Il leader silenzioso (tratto da “Che anni quegli anni” di Giusva Branca)
Reggio Calabria non esisteva ancora nella mappa del basket di vertice del campionato italiano. Kim Hughes e il suo procuratore “nicchiavano” alla possibilità di accettare l’offerta della Viola ed è così che Gianfanco Benvenuti, Giuseppe Viola e Mario Monastero volano dall’altra parte dell’Oceano, a Denver, per incontrarlo. Il Giudice rimase impressionato dal quel trentunenne dal fisico imponente ed asciutto (221 cm) e dai suoi modi di fare pacati da lord inglese. Kim vuol pensarci su e prende tempo. Il Giudice ci crede e fa di tutto per venirgli incontro dandogli un ultimatum, tre giorni per una risposta definitiva. Il trio rimane a Denver in attesa di conoscere la risposta di Hughes che arriva l’ultimo giorno utile.
L’americano fu colpito dai modi cortesi e rispettosi del Giudice, ma anche la serietà del progetto e l’onesta della sue proposte mai sovradimensionate rispetto a quella che poi sarebbe stata la realtà dei fatti. Viola, Benvenuti e Monastero tornano a Reggio con in mano il contratto, un biennale da 110.000 dollari a stagione. Il contratto di Hughes venne garantito da una scrittura firmata da Gianni Scambia. Assieme a Bianchi e Campanaro rappresentarono per quattro anni l’asse portante della Viola.
Oltre allo straordinario talento, Hughes era dotato di un’ironia travolgente, non apparente perché mascherata dal suo aplomb. Una volta nascose gli occhiali di Lucio Laganà dentro il borsone del massaggiator Barreca, sgonfiava le gomme dei compagni e ricopriva le auto di spazzatura. Kim aveva stabilito una regola: quando entrava in palestra Pasquale Favano, a qualunque punto dell’allenamento, tutti i giocatori dovevano interrompere l’allenamento e travolgerlo di pallonate. Anche questo era Kim Hughes, un signore d’altri tempi.