Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Il Rende gioca, la Cavese vince 2-1. E la classifica ora fa paura

Il Rende gioca, la Cavese vince 2-1. E la classifica ora fa paura

di Valter Leone – Una stagione nata male e che non si riesce a raddrizzare. Il Rende gioca ma il cinismo della Cavese la fa da padrone. Doveva essere la partita del rilancio in classifica, invece la squadra di Trocini è costretta a concentrarsi esclusivamente alla salvezza che al momento diventa l’obiettivo primario. Una sconfitta non meritata ma pesante.

Pronti via e la Cavese sblocca: Musca incespica, perde il pallone e D’Anna glielo porta via due passi e conclusione di destro che si infila nell’angolino alla sinistra di De Brasi. Episodio che, di fatto, cambia volto alla partita. Partenza ad handicap per il Rende che cerca subito il pareggio con il sinistro di Crucitti a lato. Ma è la squadra di Longo ad andare vicina al raddoppio con Varriale (15′) la cui girata finisce a lato di poco. Penetra in area Zangaro (18′) grazie all’assist di Crucitti ma il tiro è debole. Ci prova Azzinnaro al 23′ sugli sviluppi di un calcio di punizione dello stesso Crucitti. Ma è ancora la Cavese a sfiorare il gol quando su angolo di D’Anna al 27′ si coordina male per la conclusione Maraucci. Nel frattempo Trocini inverte le posizioni di Papa e Azzinnaro ma è ancora la squadra campana a sfiorare il gol: insistita giocata di Tedesco sulla destra, cross sul secondo palo con Varriale che sfiora l’incrocio di testa. Ma il Rende non molla: al 34′ punizione di Crucitti, sponda di Papa con la testa e sventola di Fiore para Conti. Capovolgimento di fronte e Marchio si oppone alla conclusione di Varriale. Tre occasioni in una per il Rende al 38′: prima Papa, poi Azzinnaro e infine Fiore che sfiora la parte alta della traversa. Il primo tempo si chiude con la conclusione telefonata di Ruffo dalla distanza.

La ripresa si apre con il tiro di D’Anna dal limite, respinge in volo De Brasi. Immediata la riposta biancorossa con Papa: sinistro dal limite facile preda di Conti. Spinge il Rende: Zangaro si invola sulla sinistra, entra in area e serve Papa il cui destro al volo esalta le qualità del giovane portiere della Cavese il quale si ripete su Fiore al 14′. I campani al 18′ raddoppiano: punizione di Tedesco e Di Deo di testa, tutto solo (fuorigioco?), batte De Brasi. La squadra di Trocini riapre subito il match: fallo di mani di Maraucci con Zangaro che trasforma il rigore. Si chiude Longo: dentro Sicignano per Tedesco e difesa a 5 con il solo Varriale in avanti. Al 36′ Azzinnaro non ci arriva sull’assist di Ruffo dopo la giocata di Fiore. Entra pure Mansi, un altro difensore per Petti: costruito un vero e proprio muro davanti a Conti. E per il Rende non è facile superarlo. Così la classifica comincia a fare paura.

RENDE 1

CAVESE 2

MARCATORI D’Anna (C) al 5′ p.t.; Di Deo (C) al 18′, Zangaro (R) su rigore al 22′ s.t.

RENDE (4-3-3) De Brasi (95); Ruffo (96), Musca, Marchio, Bruno (97); Fiore, Benincasa (dal 41′ s.t. Carrieri), Crucitti (dal 15′ s.t. Gigliotti); Azzinnaro (96) (dal 43′ s.t. Falbo 97), Papa, Zangaro. In panchina: Salvati (98), Mallamaci (96), La Gioia (97), Scarnato, Feraco (96), Conforti (96). Allenatore: Trocini.

CAVESE (4-3-3) Conti (96); Gazzaneo (96) (dal 45′ s.t. Serrone 96), Maraucci, Galullo (97), Donnarumma; Petti (96) (dal 37′ s.t. Mansi 96), Di Deo, Giannattasio; Tedesco (dal 29′ s.t. Sicignano), Varriale, D’Anna. In panchina: Cirillo (97), Aliperta, Picaro (98), Zaccariello (98), Sabatucci, De Rosa. Allenatore: Longo.

ARBITRO Zufferli di Udine.

NOTE spettatori 200 circa. Ammoniti Benincasa, Gazzaneo, Giannattasio. Angoli 7-4 (p.t. 2-3). Recupero: p.t. 0′; s.t. 6′.