Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza-Monopoli: Arrighini punto fermo e il fortino Marulla

Cosenza-Monopoli: Arrighini punto fermo e il fortino Marulla

di Valter Leone – Un punto fermo: Arrighini. Una certezza: squadra in crescita. La partita con il Monopoli comincia con le due nette indicazioni trasmesse da Giorgio Roselli nel consueto incontro con la stampa (leggi qui) alla vigilia della partita. Il Cosenza torna nel suo fortino (4 vittorie e 1 pareggio in 5 partite di campionato) per riprendere la marcia interrotta a Lecce dopo sette partite utili consecutivi. “Ma nel calcio – ha ricordato l’allenatore rossoblu, riferendosi proprio alla sfida del Via del Mare – non sempre vince chi merita”. Un modo anche per chiudere definitivamente il capitolo Lecce, che, tra l’altro, si è portato dietro anche qualche polemica. Nel mirino è finito Arrighini (nella foto tratta dal sito www.ilcosenza.it) reo, secondo una parte della tifoseria, di non avere ancora reso per quello che ci si aspettava da un attaccante come lui. Finora soltanto 2 gol e una serie di occasioni mancate, tra le quali anche quelle al Via del Mare.

Però Arrighini rimane il valore aggiunto di questo Cosenza, ed è per questo motivo che Roselli punta dritto ancora su di lui. Intanto è l’attaccante che sta meglio fisicamente, per cui anche oggi partirà titolare. Al suo fianco quasi certamente verrà riconfermato Raimondi, visto che La Mantia si trascina ancora qualche scoria dell’infortunio a Pagani. Toccherà a quella che, da sempre, è stata designata come la coppia d’attacco titolare cercare di colpire l’ostico Monopoli, squadra che in trasferta non conosce il pareggio (2 vittorie e 3 sconfitte fino a oggi).

Si rivede Caccetta nella lista dei convocati: l’ultima partita giocata dal capitano è stato il 20 settembre, terza di campionato contro l’Akragas. Andrà in panchina, perché dopo un’assenza così lunga il ritorno dovrà essere graduale. Per cui a centrocampo ancora fiducia al giovane Fiordilino al fianco di Arrigoni, suglie sterni Criaco a destra e Statella a sinistra. L’unico dubbio di Roselli è in difesa dove davanti a Perina torna la coppia titolare di centrali formata da Tedeschi e Blondett, sugli esterni invece in tre si giocano due maglie con Corsi e Ciancio leggermente favoriti su Pinna.

Fischio d’inizio al Gigi Marulla alle ore 15, dirige Sassoli di Arezzo.