Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – La Viola per ora riparte da Bianchi. Branca:”Il nuovo coach lo sceglie Condello”

Basket – La Viola per ora riparte da Bianchi. Branca:”Il nuovo coach lo sceglie Condello”

di Vittorio Massa – Dopo settimane di silenzio la Viola Reggio Calabria torna a parlare e lo fa ad un giorno dall’esonero del coach Giovanni Benedetto. Il calendario non concede sosta all’ambiente neroarancio che , seppur in piena rivoluzione, deve convivere sia con la scelta del nuovo allenatore che con l’imminente sfida contro Agropoli. Ad aprire la conferenza è il presidente Branca annunciando che al momento il coach è Massimo Bianchi, in settimana faremo le dovute valutazioni.
Bianchi “Vogliamo una reazione a cosa è successo, alla prestazione che abbiamo fatto con Roma. Abbiamo giocato una partita sotto le nostre aspettative, la squadra deve reagire, domani è la prova d’appello. Il tempo per cambiare le scelte tecniche è poco. Tutte le scelte fatte fino ad ora sono state condivise e in campo non muteremo quelle che sono le regole che la squadra ha avuto fino ad ora. La differenza sarà “come “ giocheremo le situazioni di attacco e difesa”.
“Da luglio questa squadra ha avuto poca fortuna, mille problemi e un gruppo tutto nuovo. Ci vuole del tempo ma sicuramente abbiamo fatto meno di quanto ci aspettavamo. Dobbiamo parlare tutti la stessa lingua”.
In ogni gruppo ci sono elementi di grande personalità, il lavoro dello staff è quello di trovare la strada tecnica. Venivamo da due partite comunque buone con Siena e Trapani, e poi con Roma abbiamo fatto un ulteriore passo indietro. Giocheremo con una squadra in fiducia, che non avrà giocatori conosciutissimi che ha un gruppo che va tutto nella stessa direzione”.
“ Dobbiamo far vedere che abbiamo voglia di vincere. Lo pretendo”.
Liberato coach Bianchi, è il presidente Branca a tornare sulla situazione.
Sull’aspetto mentale ho una mia idea, ma la tengo per me.
Giovedì notte è stata una lunga notte. Venerdì è stata una giornata complicata, e per scelta ci siamo ritrovati con Giovanni Benedetto sollevato. Abbiamo la fortuna di avere un assistente che ha esperienza e visto la tempistica è ovvio che alleni lui Domenica. Condello sta battendo più di una pista e dirà in settimana le varie opzioni. La proprietà poi deciderà.
E’ ancora convinto di quello che ha detto dopo Latina?
“Io ribadisco che quelle parola vanno interpretate in riferimento alla partita con Latina. Era stata indegna verso il nostro pubblico.
L’utilità del silenzio stampa? E’ chiaro che dietro una non comunicazione si alimentano diverse idee. Tuttavia c’è un pericolo in questo periodo che visto il momento di scarsa serenità del gruppo , qualcuno potesse andare oltre il proprio pensiero che la stampa poi poteva usare. Volevamo evitare fraintendimenti.
L’esonero di Benedetto è frutto di una decisione sanguinosa presa dalla società, gestita in primis da Gaetano Condello. Io rispetto le opinioni di tutti ma l’onestà intellettuale si attua quando si considerano i fatti. I fatti sono che questa società che ha sottoscritto un triennale a Benedetto, con il quale abbiamo un rapporto umano incredibile, ha dovuto decidere cosi. Benedetto paga le colpe di tutti. Abbiamo preso un giocatore che doveva risultare come italiano, e abbiamo preso Dobbins, ma più di cosi non potevamo fare.
Troppe ambizioni? Dovevamo crescere, lo sponsor arriva solo se gli dai delle ambizioni. Nessuno può dire che arriva primo in questo campionato. Abbiamo alzato il livello, ora tutti gli puntano il dito contro ma non ci spaventiamo”.
Sul nuovo allenatore:
“Bisogna che ci sia l’incontro di diversi profili. Allenatori liberi non ce ne sono molti. Dovremo confrontare chi è disponibile, le sue richieste economiche e se queste siano in linea con la società e con l’idea del GM. I papabili si contano sul palmo di una mano, ma la decisione sarà di Condello”.