Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket – La Viola ospita Roma, altra nobile del campionato di A2

Basket – La Viola ospita Roma, altra nobile del campionato di A2

di Vittorio Massa – Solo tre anni fa era in campo a giocarsi una finale scudetto contro Siena, poi , nella scorsa Estate, la decisione del patron Toti di auto retrocedere in LegaDue per salvare cinquantacinque anni di storia cestistica capitolina.

La Virtus Roma è l’ultima delle nobili decadute del basket italiano che rendono ancora più intrigante la seconda categoria nazionale. Gli effetti della rivoluzione estiva sono ricadute inevitabilmente anche sul piano sportivo. Un roster composto pochissimi giorni prima dell’inizio della stagione ma che adesso sembra stia provando ad invertire la rotta con il nuovo coach Attilio Caja, altra figura storica della palla a spicchi. Dopo sei sconfitte di fila Roma ha infatti ottenuto i primi due punti, proprio nella scorsa giornata, superando l’Angelico Biella e confermando i passi in avanti già mostrati contro Agropoli. Un avversario da prendere con le molle per una Viola Reggio Calabria che mai avrebbe pensato di avere solo una vittoria in più dei giallorossi.

Caja si affiderà all’esperienza di Meini , trentasei anni, in regia, e al talento di Alan Voskuil. L’ex Biella, americano ma di passaporto danese, sarà il pericolo numero uno per la Bermè. Ottimo tiratore e l’esperienza giusta per prendere per mano una Roma in difficoltà. Il reparto esterni è completato dall’americano ma d’origine nigeriane Olasewere, alla seconda esperienza in Italia dopo quella solo assaporata con Cremona, prima di fermarsi per problemi fisici. Il reparto lunghi è l’anello debole dell’Acea, tra le ultime della Lega per rimbalzi conquistati. I seppur esperti Maresca e Callahan pagano spesso il divario di centimetri contro i pari ruolo. Dalla panchina minuti importanti per il 95’ Benetti e il 94’ Leonzio prodotti del vivaio romano. Squadra non profonda e che paga a caro prezzo i ritardi di costruzione del roster, ma da non sottovalutare specialmente in un periodo in cui mentalmente vive un momento migliore dei neroarancio. Per la Viola non ci saranno attenuanti. Battere Roma per chiudere un periodo nero e rilanciarsi difronte al proprio pubblico per cancellare i fischi contro Latina, queste le parole d’ordine per Benedetto e co.

 

Appuntamento al Pentimele, giovedì ore 21