Home / Sport Strillit / BASKET / La Viola è pronta a cambiare marcia. Con Dobbins e Freeman

La Viola è pronta a cambiare marcia. Con Dobbins e Freeman

di Vittorio Massa – Una crisi che dura da quattro partite. Una crisi di risultati che inevitabilmente ha comportato rivoluzioni nel roster e conseguentemente tattiche.

Dal recupero con Roma potremo finalmente vedere la vera e nuova Bermè Viola Reggio Calabria. Rispetto alla squadra vista nelle ultime settimane saranno sicuramente due le novità. Una su tutte l’arrivo di Tony Dobbins. Il trentaquattrenne play -guardia , arrivato sabato, dovrà aggiungere intensità difensiva ad una squadra troppo passiva in fase di non possesso. Difesa e corsa, per dar vita a quelle transizioni tanto care a coach Benedetto, ma fino ad ora poco utilizzate.

L’utilizzo di Dobbins, rivoluzionerà anche le rotazioni. Rullo, l’unico a salvarsi in questo buio periodo, potrà tornare a giocare esclusivamente nella posizione che gli compete formando con il rientrante Freeman una coppia di esterni dall’infinito potenziale. Proprio il rientro dell’ex Capo d’Orlando sarà la più lieta delle notizie. Realizzatore puro, estemporaneo, capace di crearsi da solo il ritmo e le soluzioni offensive per colpire e creare strappi decisivi al match. Con lui la Viola aumenta il suo potenziale e l’imprevedibilità attacco. Tatticamente da definire la questione dei due veterani in casa neroarancio. Quale sarà il ruolo di Spinelli e Mordente? Il play di Pozzuoli è stato assente per tutta la settimana senza seguire il gruppo nella trasferta di Trapani. Rientrerà per disputare un minutaggio minore di maggiore esplosività? Se lo augura tutto il popolo neroarancio. Discorso a parte per Marco Mordente. A lui si chiede di più. Avere un “cambio” come Mordente sugli esterni, è un lusso per la categoria. Occorrerà però un atteggiamento soprattutto mentale diverso per rispondere alle aspettative che lo accompagnano dal suo arrivo in riva allo Stretto.