Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Eccellenza – Il Gallico Catona si arrende all’Isola Capo Rizzuto in casa (0-1)

Calcio, Eccellenza – Il Gallico Catona si arrende all’Isola Capo Rizzuto in casa (0-1)

Gallico Catona – Isola Capo Rizzuto 0-1, il tabellino

Marcatore : al 17 Marano

Gallico Catona : Barillà O. 6, Musarella 5,5 (al 54 Tripodi 6), Assumma 5,5, Casisa 5, Oliveri 5, Calarco 5,

Sabella 5 (al 55 Alassani 5), Conti 6,5, Scariolo 5,5 (al 74 Monorchio s.v.) Penna 6, Pellegrino 5,5 All. De Leo 5

Isola Capo Rizzuto : Pullano 7, Girasole 6, Scuteri 6,5, Ribecco 6, Deffo 6,5 ( al 46 Viscomi 6), Ferraro 6,

Tibaldi 6, Gatto 6, (al 75 De Luca s.v.), Covelli 6, Marano 6,5 , Richella 6 (all’ 80 Le Piane s.v.) All. Leone 6.

Arbitro- Sanzo di Agrigento 6 ( Cozze e Pate di Paola)

Note- Espulso al 68 Oliveri per scorrettezze

Gallico-

di Giuseppe Calabrò – L’ Isola Capo Rizzuto è “ corsara” per la quarta volta stagionale ( fuori dalle mura amiche non ha mai perso)

e supera in graduatoria una diretta concorrente come è lo sfortunato Gallico Catona che rimedia così’ la

seconda sconfitta consecutiva , la prima al Lo Presti. Un campanello d’allarme ma niente di più. I locali

hanno sprecato un penalty, un super Pullano decisivo, hanno fra l’altro giocato in 10 per 25 minuti.

Tatticamente qualcosa va rivista( perché è uscito Scariolo? ) e più di un giocatore non è al meglio.

Scontro verità ad alte quote. Due formazioni che aspirano a conquistare mete ambiziose.

Isola che da sola lancia l’assalto allo Scalea, Gallico Catona terzo ma insieme ad altre quattro compagini.

Vince l’ Isola anche con una buona dose di fortuna ma è anche ben disposta in campo da Carnevale,

compagine che ha qualità che gioca in verticale e sugli spazi esterni dove agiscono in profondità con Tibaldi

e Richella, ma se occorre sanno essere anche essenziali nella linea difensiva dove si ergono Deffo e

Ferraro.

Soliti tocchi di fino dell’ ex Leo Gatto ( sufficiente la su prestazione) , mentre hanno fatto la differenza

Marano , autore della rete decisiva al 17, su un traversone dalla sinistra di Tiibaldi la difesa locale si fa

anticipare e Marano da autentico cecchino batte di giustezza l’incolpevole Orazio Barillà-

E poi un super Pullano che sembra avere un conto aperto con Daniele Conti. E’ stato decisivo in almeno

quattro interventi, quattro bordate del siciliano ma il portiere ospite è stato portentoso e reattivo.

E’ stato decisivo per l’exploit esterno dell’ Isola Capo Rizzuto.

Aveva ben approcciato la gara inizialmente la squadra di casa che già al 6 si rendeva pericolosa con una

bordata dalla distanza del capitano Andrea Penna. Al 15 “ palla inattiva” di Daniele Conti, Pullano si supera

E salva in corner.

Al 17 sulla sinistra incursione di Tibaldi e traversone al centro per Marano che anticipa Musarella e di

giustezza di piatto batte Orazio Barillà.

Inizia a faticare nel proporre gioco il Gallico Catona che è lento e prevedibile e in difesa qualche giocatore

non è proprio al top. Sabella e Musarella sulla sinistra non sono ispirati mentre Casisa non gioca sul suo

standard. Perché? Pellegrino stenta a trovare la giusta posizione e Scariolo è poco rifornito.

Nella ripresa nell’Isola esce il fortissimo difensore Deffo per infortunio ed entra Visconi. Nel Gallico

Catona spazio per il “fuori quota” centrocampista Tripodi, l’esterno Alassani e Manuel Monorchio.

Azzardata la sostituzione dell’attaccante Scariolo nel finale di gara quando la compagine era in forcing.

Al 59 una vera e propria iella. Daniele Conti si procura un penalty, è lui stesso a tirare il rigore. Pullano

è spiazzato, la palla colpisce il palo destro. E’ un pomeriggio stregato.

Al 68 complica ancor di più le cose, l’espulsione del difensore Oliveri, Gallico Catona costretto a rincorrere

Il risultato con un uomo in meno.

Arrembante il finale di gara, il Gallico Catona è proteso tutto in avanti, ma gli ospiti si rendono pericolosi

nelle ripartenze ma senza impensierire più di tanto il bravo Orazio Barillà.

Al 73 e al 76 le “ bordate” di Daniele Conti “incocciano” un super Pullano.

All’ 80 le “ ripartenze” dell’ Isola fanno venire i brividi ma Covelli spreca da buona posizione. Qualche

azione dubbia in area locale, ma Sanzo di Agrigento giustamente sorvola.

Sorride alla fine mister Carnevale, nel Gallico Catona si recrimina alla dea bendata ma si è convinti di

Recuperare il terreno perso.