Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Roselli: “Lecce squadra forte ma il Cosenza continuerà a stupire”

Roselli: “Lecce squadra forte ma il Cosenza continuerà a stupire”

di Valter Leone – “L’obiettivo? Vogliamo continuare a stupire, al di là della classifica. Certo, per una squadra di blasone come il Cosenza era un po’ anomalo vederlo laggiù nella passata stagione. Ma è così per tutte le piazze importanti. E questo è un Cosenza che mi sta dando una grande soddisfazione”. Giorgio Roselli ha il volto sereno dei tempi migliori, alla vigilia di una sfida difficile qual è quella di domani con il Lecce. Una partita che potrebbe, definitivamente, dare una svolta importante al campionato dei rossoblu. Anche se il tecnico, come fa spesso, parte da lontano per analizzare la classifica della sua squadra. “Un mese fa vi dissi che la classifica era falsa, i fatti mi hanno dato ragione. Oggi dico che fra un po’ cambierà di nuovo, perché dietro ci sono ancora squadre forti e alla fine i valori emergeranno sempre. Così come il Cosenza: non poteva essere quello visto nelle prime tre partite. In parte il derby di Catanzaro, la partita di Catania e la rimonta con la Casertana ma se vogliamo anche il successo sul Matera, nonostante le critiche espresse sul gioco, ci hanno dato la consapevolezza di essere una squadra vera. Però – sottolinea Roselli – siamo sempre in linea con i nostri obiettivi, dire che dobbiamo passare dall’altra sponda, tra le squadre che devono vincere il campionato non mi sembra il caso”.

Anche perché questa è una squadra che non si può concedere cali di tensione, altrimenti correrebbe il rischio di essere surclassata dall’avversario. “Essere tosti non significa essere forti. Però – aggiunge l’allenatore rossoblu – l’aspetto mentale spesso fa la differenza. Certi cali non ce li possiamo permettere: anche contro la Lupa Castelli abbiamo rischiato di subire il pari, e non va bene. Però, complessivamente, la mentalità di questa squadra mi piace assai, perché se è vero che la qualità fa sempre la differenza è anche vero che noi grazie alla cattiveria agonistica riusciamo a colmare il gap contro che è più forte”.

E il Lecce? Sul prossimo avversario Roselli ha le idee chiare. “Ultimamente è una squadra che gioca benissimo la prima mezzora, per poi calare alla distanza. Rispetto a mercoledì cambieranno molto: tutta gente fresca, forse soltanto uno di quelli visti al Marulla giocherà titolare. Rispetto a anoi hanno molta più pressione, per loro c’è un solo risultato: e non tanto per agganciare noi ma non perdere posizioni rispetto alla Casertana. È una squadra molto più forte rispetto allo scorso anno, ha più gente di categoria. Servirà – conclude Roselli – un Cosenza concentrato al massimo. E noi andiamo a Lecce per giocarcela fino alla fine”.