Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – ASD Reggio Calabria, arriva il Gragnano, la storia di città e squadra

Calcio – ASD Reggio Calabria, arriva il Gragnano, la storia di città e squadra

di Domenico Durante – La CITTA’. Gragnano è un comune di 31.500 abitanti della città metropolitana di Napoli, in Campania.

Sul territorio sono presenti mura di cinta, cinque torri e due porte che testimoniano l’antichità di questa città. Tali ruderi fanno risalire ad un castello risalente, secondo alcuni, alla fine del XII secolo. È presente anche l’unico arco napoleonico di tutta la Campania, tra l’altro recentemente ristrutturato per mantenere lo stato in essere, sito in via Quarantola.

Da visitare è il famoso artistico presepe situato nella Valle dei Mulini, realizzato dalla passione e dall’ingegno degli artigiani locali, i quali, spinti dall’amore per la tradizione natalizia, hanno dato vita al primo presepio nel lontano 1969. Il presepio allora, ubicato in una posizione e area del paese dall’ambiente rurale, contribuì a dare un tocco realistico al complesso.

È conosciuta a livello europeo come la Città della Pasta.

In Italia è infatti la città che produce ed esporta la maggior quantità di pasta, soprattutto maccheroni.

Dal 2013, la tipicità della produzione di pasta ha avuto il riconoscimento europea dell’Indicazione geografica protetta “Pasta di Gragnano”

La produzione della pasta, in particolare dei “maccaroni”, che ha reso famosa Gragnano nel mondo, risale alla fine del XVI secolo quando compaiono i primi pastifici a conduzione familiare.

Gragnano era allora già famosa per la produzione dei tessuti (da qui piazza Aubry deve il nome popolare di “piazza Conceria”).

La produzione dei maccaroni diventò veramente importante solo a partire dalla metà del XVII secolo quando la maggior parte dei gragnanesi si dedicò alla produzione della pasta. La produzione dell'”oro bianco” era ed è favorita da particolari condizioni climatiche, come una leggera aria umida che permette la lenta essiccazione dei maccaroni, e la qualità dell’acqua sorgiva che alimentava i mulini e contribuiva a conferire un gusto particolare all’impasto[5].

L’industria pastaia venne aiutata da ben 30 mulini ad acqua, i ruderi di alcuni di questi si possono ammirare nella “Valle dei Mulini

Il panuozzo è la più recente tra le tradizioni di Gragnano; esso è una specialità alimentare nata nella metà degli anni ottanta e si colloca tra i prodotti da forno.

Grande aiuto ed impulso allo sviluppo economico in questo campo della ristorazione è stata l’annuale “Sagra del Panuozzo” che dal 1996 è stata organizzata per più anni consecutivi.

Storia recente della società

2006-07 – 2° nel girone B dell’Eccellenza Campania. Vince la finale play-off nazionali con il Carini. Promosso in Serie D.
2007-08 – 12° nel girone H della Serie D. Non si iscrive alla stagione successiva di Serie D. Cede quindi il titolo sportivo alla Puteolana, la quale lo cede alla Real Boschese.
2008-2012 – Inattiva
2013 – Viene rifondato la Società Sportiva Calcio Gragnano e si iscrive in Prima Categoria, grazie al titolo sportivo del Ristor Lettere mediante fusione.
2013-14 – 2° nel girone C di Prima Categoria Campania. Vince i play-off regionali contro il Teora. Promosso in Promozione.
2014 – Inizialmente cambia denominazione in Leonida Gragnano, ma successivamente si iscrive in Eccellenza col titolo sportivo della Libertas Stabia, mediante fusione, e cambia denominazione in Gragnano Calcio Football Club.
· I campani hanno giocato due campionati di serie C 46.47 e 47.48

Scorsa stagione

2014-15 – 1º nel girone B di Eccellenza Campania e promozione in serie D

In questo campionato

Occupa l ‘ottavo posto in classifica con 4 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte, 14 a 12 il bilancio delle reti.

In trasferta 1 vittoria,1 pareggio e 3 sconfitte.

Nelle ultima 5 partite 2 vittorie,2 pareggi ed 1 sconfitta.

Non vice fuori casa dal 6 settembre, 1 0 sulla Cavese

La squadra è affidata alle cure tecniche di Maurizio Coppola