Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Roselli chiede rispetto per il Cosenza “Gioco spumeggiante? Serve equilibrio”

Roselli chiede rispetto per il Cosenza “Gioco spumeggiante? Serve equilibrio”

Roselli (nella foto tratta dal sito www.ilcosenza.it) quando dice le cose, non sono mai causali. A volte dà l’impressione di essere uno che studia ciò che poi esterna in conferenza stampa. Soprattutto quando ha avuto il tempo di analizzare ciò che è stato detto e scritto dopo una partita. Magari quando parla a caldo, nell’immediato dopo gara, anche lui si lascia coinvolgere dallo stato emotivo. È successo in qualche circostanza. Non domenica scorsa dopo la vittoria sul Matera: dal primo istante ha detto che il successo del Cosenza era meritato. E oggi prima di rispondere alle domande dei giornalisti, parla lui. Tutto d’un fiato. “Sono molto arrabbiato, ho sempre il sorriso, ma non sono stupido… – si legge sul sito del club –. Ho sentito parlare di gioco spumeggiante e di altre cose”, riferito proprio alla sfida con il Matera. E parla anche di Real Madrid, riprendendo evidentemente cose scritte nei giorni successivi alla partita con la squadra di Padalino. Ancora Roselli: “Il gioco spumeggiante chi lo fa? Quando si fa? Il gioco altro non è che la somma delle giocate di calciatori. I moduli non esistono, esiste il sistema di gioco che deve essere equilibrato, razionale ed elastico. Vorrei che si parlasse di calcio. Io non faccio il giornalista, ma penso che il lato migliore del giornalismo sia scoprire le cose. Non è un problema dire cose errate, io non cambio atteggiamento se qualcuno dice che sono bravo o asino”. Va giù duro Roselli, evidentemente di sassolini da togliere ne ha parecchi. E torna sulla gara col Matera. “Domenica scorsa la partita è stata molto più positiva rispetto a quello che abbiamo detto e sentito. Il Matera è superiore a tutte tranne che alle prime quattro, ma ognuno ha le sue caratteristiche.

Diceva Picasso che i mediocri imitano, i geni copiano. Prendiamo esempi e miglioriamo… Questo disfattismo generale non ci aiuta. In un momento come questo io parlo di obiettivo. Quale presidente non vorrebbe vincere avendo fatto degli investimenti? Non possiamo cambiare gli obiettivi dopo un risultato. Bisogna essere realisti e questa squadra – si legge ancora sul sito ilcosenza.it – deve essere trattata in modo corretto”.