Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Premio speciale per “Viola contro tutti”. Una notte di orgoglio calabrese

Basket – Premio speciale per “Viola contro tutti”. Una notte di orgoglio calabrese

È stata la notte di “Viola contro tutti”. Una notte di sport e red carpet. Una notte di orgoglio calabrese. Una notte di identità, brividi e pelle d’oca. Una notte a tinte neroarancio. All’Export movie & tv, nell’ambito del 33esimo Milano International Ficts Fest, il premio speciale è andato al docufilm dedicato alla nostra squadra, alla nostra storia. Un “award” per la pellicola del regista Enrico Ventrice, ispirata al libro “Che anni quegli anni”, la storia della Viola scritta da un giornalista, Giusva Branca, che ieri di quella gloriosa canotta è stato tifoso e che oggi, di quella società, è il Presidente.

Che sera, stasera, a Milano. Una sera in cui la comunità calabrese si è raccolta attorno a un suo simbolo, un formidabile strumento identitario fatto di lacrime e sudore, di sirene suonate troppo presto ma anche di infiniti istanti di felicità. Sportiva e sociale. Quella Milano che da sei mesi è l’ombelico del mondo ha tributato un piccolo grande onore alla leggenda socio-sportiva di un club che, maglia dopo maglia, anno dopo anno, sponsor dopo sponsor ha scandito anche la storia di un’intera comunità. Standa, Pfizer, Panasonic, oggi la suggestione Bermé, sempre e comunque meravigliosamente Viola.

“Questa è la nostra storia e noi abbiamo il dovere, un preciso dovere civico, di cristallizzarla e di tramandarla. Perché nelle vittorie, nelle vicissitudini, nella polvere e nell’altare della Viola è racchiusa la vita di tutti noi”, ha affermato, con emozione, il presidente Branca. Vertrice, che si trova a New York, è stato rappresentato dalla società di produzione Globalvision, presente assieme a tanti tifosi a un momento che è stato un altro tassellino del mosaico della storia neroarancio. “Riprendiamocela”, urlò un anno fa Branca. “Riprendiamocela”, hanno risposto in cinquemila pochi mesi dopo. Ma stasera, a Milano, oltre a riprendersela, la Viola la storia l’ha anche scritta.

fonte: violareggiocalabria.it