Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Dall’inferno al paradiso in otto mosse Così in Lega Pro comanda il Messina

Dall’inferno al paradiso in otto mosse Così in Lega Pro comanda il Messina

Dall’inferno al paradiso in pochi mesi. E capolista del girone C della Lega Pro dopo otto giornate. Per raccontare la favola del Messina bisogna fare un passo indietro, fino allo scorso 30 maggio quando al San Filippo il gol di Balestrieri sui titoli di coda condannò i peloritani alla retrocessione in serie D. Era il playout della Lega Pro. Pochi mesi e la rinascita: la riammissione nell’ex serie C, quando si stava lavorando per costruire una squadra che partecipasse al massimo campionato dilettantistico. Il certosino lavoro del direttore sportivo Christina Argurio e dell’allenatore Arturo Di Napoli, hanno confezionato il miracolo sportivo. Tutte scelte ponderate, calciatori voluti dall’ex idolo del Celeste. Si è partiti con ritardo, squadra costruita in corsa e senza spese folli. È chiaro che il “ritorno” nei professionisti ha contagiato l’entusiasmo attorno alla squadra che, partita dopo partita ha stretto attorno a sé sempre più tifosi: sabato al San Filippo c’erano più di 5.000 tifosi.

Il successo con la Lupa Castelli Romani, il terzo consecutivo, regala ai giallorossi la testa della classifica in solitudine. Unica squadra del girone a essere ancora imbattuta (4 vittorie e 4 pareggi), miglior difesa con soltanto 3 gol subiti. Una solidità figlia dell’organizzazione disegnata da Di Napoli, il quale adesso può contare anche sull’esperienza di Alessandro Parisi, 38 anni, tornato a giocare dopo la squalifica per il calcioscommesse. Ma non solo difesa, anche i gol di Cocuzza e Tavares (3 a testa) stanno contribuendo allo splendido inizio del Messina. E adesso un primo esame che potrà dire molto sul futuro: domenica prossima, ore 17.30, big match in casa del Foggia. Intanto dall’altra parte dello Stretto di sogna il ritorno in serie B.

Nella foto tratta dal sito www.ilcosenza.it il gol del momentaneo 1-0 di Cocuzza in Messina-Cosenza 2-0 con doppietta del numero 9 giallorosso.