Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto femminile, Serie A – Primo acuto del Città di Cosenza, 16-11 in casa dell’Acquachiara

Pallanuoto femminile, Serie A – Primo acuto del Città di Cosenza, 16-11 in casa dell’Acquachiara

Acquachiara – Città di Cosenza 11-16 (4-5,2-3,3-3,2-5)

Acquachiara: Iaccarino, Monaco(2), Anastasio(1), Maglitto, Migliaccio(2), Iavarone, Vitiello, Tortora(2), Foresta, Acampora(1), Centanni(3), Esposito, D’Antonio. Allenatrice: Barbara Damiani.

Città di Cosenza: Nigro, Citino, Gallo, De Mari(2), Motta Silvia(5), Koide, Garritano, Nicolai, Pomeri(2), Presta(3), Motta Roberta(2), D’Amico(2), Manna. Allenatore: Marco Capanna.

Arbitri: Severo e Zedda.

Note: Koide(Città di Cosenza), Pomeri(Città di Cosenza) uscite per limiti falli. Acquachiara 14 falli a favore; Città di Cosenza 13 falli a favore.

Primo sorriso in campionato per la Città di Cosenza, brava ad aggiudicarsi in trasferta per 16-11 il confronto con l’Acquachiara. Tre punti pesanti per la squadra allenata da Marco Capanna perché ottenuti contro una diretta avversaria. Al cospetto di una formazione da rispettare ma sulla carta abbordabile, la Città di Cosenza ha avuto il merito di non fallire l’appuntamento, cosa non semplice, perché le napoletane sono state sempre in partita replicando colpo su colpo. Nella quarta frazione di gioco il “setterosa” calabrese è riuscito a venire fuori allungando il vantaggio sulle avversarie. Un confronto che ha visto prevalere con merito la Città di Cosenza, che si è proposta bene in fase offensiva, ma può e deve difendersi con maggiore attenzione. “ Tre punti importanti – sottolinea il tecnico della Città di Cosenza Marco Capanna – ottenuti su un campo difficile contro una squadra aggressiva. Certo abbiamo da migliorare tanto sia in fase difensiva che nella gestione del gioco”.