Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Rugby Reggio Calabria costretta a giocare la prima “in casa” allo Sperone di Messina

Rugby Reggio Calabria costretta a giocare la prima “in casa” allo Sperone di Messina

Dopo la pesante sconfitta alla prima uscita in campionato, la Rugby Reggio Calabria, è pronta per il secondo turno che si sarebbe dovuto giocare secondo calendario, nell’impianto sportivo di S. Cristoforo. I reggini, invece, saranno costretti ad affrontare il Messina a campi invertiti, il perchè viene spiegato dal presidente Mannino in questo comunicato: “Ci corre l’obbligo di comunicare che, nostro malgrado, la prima partita in casa del campionato di serie B contro l’Amatori Messina, in programma da calendario domenica 25 a Reggio alle 14:30, si svolgerà alle ore 12:00 dello stesso giorno al campo Sperone di Messina anziché nell’impianto reggino di San Cristoforo, dunque a campi invertiti. Per i tifosi che volessero accompagnare la squadra abbiamo provveduto, grazie ad un accordo con l’ATM, al trasferimento con autobus dall’imbarco dei traghetti Caronte al campo di contrada Sperone sia in andata che a fine partita.
Siamo stati costretti ad assumere responsabilmente questa decisione a seguito dell’incomprensibile protrarsi da parte dell’Amministrazione Comunale della procedura di affidamento in concessione della gestione dell’impianto sportivo di San Cristoforo destinato appositamente al rugby. Una procedura avviata con avviso pubblico del lontano 30 maggio 2014 a cui abbiamo regolarmente partecipato inviando la nostra richiesta. Al momento non siamo quindi nella possibilità di poter utilizzare l’impianto e mancando pochi giorni alla partita non potevamo ulteriormente aspettare.
Confidiamo nel senso di responsabilità della squadra, costretta a giocare in campo avverso, e nella comprensione da parte della nostra tifoseria che vorremmo ancora più vicina in questa circostanza”.

Demetrio Mannino – Presidente ASD Rugby Reggio Calabria