Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, Fiordilino: “Sono giovane ma determinato, voglio conquistarmi un posto”

Cosenza, Fiordilino: “Sono giovane ma determinato, voglio conquistarmi un posto”

Già in ritiro si era messo in mostra dimostrando di avere la maturità giusta per affacciarsi con personalità in un gruppo come quello del Cosenza. Poi quando è stato necessario è entrato in campo e ha confermato quanto di buono si era detto sul suo conto… Non a caso Luca Fiordilino è stato definito da mister Roselli “un titolare in più”. A lui il compito di descrivere lo stato d’animo alla ripresa degli allenamenti dopo la gara di Castellammare: “Certo siamo un po’ scontenti perchè volevamo portare a casa i tre punti. Però, come nel caso della gara di Catanzaro, non guardiamo il singolo errore ma le due prestazioni positive quindi andiamo avanti consapevoli che potevamo fare di più”. A proposito del derby, per il palermitano Fiordilino cosa ha significato giocare al “Massimino”? “A Catania ho avvertito il clima da derby, ma devo dire che anche a Catanzaro ho sentito la stessa forte sensazione”. L’inserimento di Fiordilino nel Cosenza è stato molto naturale e positivo, il centrocampista ringrazia chi gli ha reso il compito più agevole: “L’impatto è stato positivo grazie ai compagni. Caccetta e Arrigoni sono stati fondamentali, ma tutti sono stati importanti. Io sono giovane ma determinato, voglio conquistarmi un posto, anche se so che è molto difficile. Sono molto contento di aver giocato e spero di continuare così. Per quanto riguarda le mie caratteristiche Caccetta è uno che si inserisce molto, io sono più simile ad Arrigoni ma ci stiamo trovando bene. Ho ricevuto molti complimenti da Palermo e l’invito a non mollare. Baccin (resp. settore giovanile) e Bosi (allenatore Primavera) mi seguono sempre”.

“Il prossimo avversario è di tutto rispetto, non bisogna guardare la classifica. Questo campionato è molto difficile e dobbiamo affrontarlo partita dopo partita concentrati, cercando di tornare alla vittoria. Guardiamo l’avversario, ma badiamo soprattutto a noi stessi. Il Cosenza è una buona squadra siamo concentrati e alla fine vedremo dove saremo arrivati”.
fonte: ilcosenza.it