Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Bermè Viola, è big match al PalaCalafiore contro la capolista Scafati

Basket – Bermè Viola, è big match al PalaCalafiore contro la capolista Scafati

di Giovanni Foti – Si avvicina la seconda uscita casalinga per la Bermè Viola Reggio Calabria di coach Benedetto, che andrà a sfidare, nel big match odierno, la Givova Scafati, già incontrata nell’ultima gara di pre-campionato al Trofeo Sant’Ambrogio. In quell’occasione fu la squadra di coach Perdichizzi a spuntarla nei minuti finali, aggiudicandosi l’ultimo gradino del podio dopo le siciliane Barcellona e Agrigento. La gara che è alle porte, però, ha tutt’altro peso specifico e sarà affrontata da entrambe le formazioni con uno spirito diverso, sicuramente più determinato.

I neroarancio, infatti, dopo la bella vittoria di Verbania, vogliono iniziare a produrre risultati anche tra le mura del PalaCalafiore ed è proprio questo il banco di prova più significativo, con una delle rivali più temute nel girone Ovest di questa serie A2. Scafati, infatti, viaggia a punteggio pieno, avendo portato a compimento due vittorie su due, contro Casalpustarlengo e Siena.
Perdichizzi, che nella sua carriera da allenatore ha conquistato ben cinque promozioni, può contare su un roster di tutto rispetto, trascinato in primis dall’asse play-pivot tutta americana, formata da Josh Mayo e Jeremy Simmons. Il primo, playmaker ex Roma e Montegranaro, viaggia ad una media punti di 22 con 6.5 assist per partita, mentre il lungo conta 20.5 punti e 10 rimbalzi ad allacciata di scarpe.
In quintetto anche Loschi, Portannese e Baldassarre, mentre dalla panchina è fondamentale l’apporto di giocatori come Crow, Spizzichini e Massimo Rezzano, che torna a calcare il parquet del PalaCalafiore.
Anche la compagine reggina si presenta alla gara col roster al completo, nonostante l’influenza che in settimana ha colpito l’ex di turno Valerio Spinelli. L’uomo copertina, però, è un altro esterno neroarancio: quell’Austin Freeman che con i suoi 27 punti ha trascinato la Viola alla vittoria su Omegna.
Assieme alla guardia americana, anche Roberto Rullo è risultato decisivo nell’ultima uscita, mentre si attende una prestazione di livello anche da parte del capitano Marco Mordente, ancora in cerca della condizione fisica ottimale. Chi, invece, sul piano della condizione fisica non ha avuto alcun problema è l’argentino Ghersetti, che potrebbe rivelarsi la carta vincente, assieme al compagno di reparto Andrea Crosariol, in fase difensiva, per arginare la forza e l’atletismo di un giocatore come Jeremy Simmons.
Dall’altra parte, invece, sarà Craig Brackins a dover suonare la carica, sfruttando la ristretta rotazione di lunghi a disposizione di coach Perdichizzi e imponendo il suo gioco spalle a canestro.
Sarà una partita combattuta e di grande intensità, e come sempre il calore del pubblico reggino potrebbe essere un fattore fondamentale per trascinare la squadra alla prima vittoria casalinga della stagione.