Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio serie D – La Palmese delle meraviglie di nuovo in vetta

Calcio serie D – La Palmese delle meraviglie di nuovo in vetta

di Sigfrido Parrello – U. S. PALMESE 1912 (4-2-3-1):Nania (95) 8, Torchia (95) 6, Andiloro (96) 6, Cordiano (C) 7, Dascoli 6, Gualdi 6 (97), Fabiosv. (37°pt. Foderaro(VC) 7), Benincasa (96) 6 (16°st. Moiosv. (97), Piemontese 8, Corsale 7, Saturno 6 (28°st. Angottisv.). A disposizione:Maruca (96), Napoli (96), Tozzo (95), Misale (95), Citrigno(97), Ciccone (96). Allenatore: Rosario Salerno 7. U. S. VIBONESE 1928(4-4-2): Parisi (95) 6, Castaldo (97) 6, Patti (96) 6, Cuomo 6,Paviglianiti 6 (30°st. Garatsv.), Bertini7, Da Dalt(VC) 8, Cosenza (C)5, Saraniti 6, Allegretti 6, Scapellato (96) 6 (26°st. Ferrario 99sv.). A disposizione: De Mitri (96), Ruscio, Puntoriere (95), Vallone (95), Calabrese (96), Tropea (96), Gaetano (99). Allenatore: Gaetano Di Maria 6.ARBITRO: Giovanni Ayroldi di Molfetta 6.ASSISTENTI:Marco Capolupo di Matera 6 e Pasquale Martinelli di Matera 6. RETI: 18°st. Piemontese. NOTE: partita giocata al “San Giorgio” per indisponibilità del “Lopresti”. Spettatori800 circa,presenti una ottantina di tifosi vibonesi. Splendido pomeriggio di sole con la temperatura che segnava 26 gradi. Ammoniti: 39°pt. Corsale, 7°st Benincasa, 41°st. Piemontese, 48°st. Moio (P), 20°pt. Bertini, 29°pt. Cosenza, 43°st. Ferrario (V).Espulso: 33°pt. Cosenza (V) per doppia ammonizione. Calci d’angolo: 3 a 1 per la Vibonese. Recupero: 1pt; 3st.

PALMI. La Palmese torna al successo riprendendosi la vetta della classifica della serie D in compagnia della Cavese sconfitta in Sicilia (a Piraino) dal Due Torri. Tre punti pesantissimi al cospetto dell’insidiosa Vibonese, neo promossa in Serie D, proprio come i neroverdi. Decisivo sempre lui: Francesco Piemontese, capocannoniere del torneo (sette reti per lui, un rigore), che piega un’ottima Vibonese.
Derby accesso tra due club che portano ancora con se la rivalità esplosa nel corso della scorsa stagione quando la Palmese dei record nazionali superò i rossoblu in entrambi i due scontri diretti nel torneo di Eccellenza. Sempre col medesimo risultato: uno a zero al leggendario “Lopresti” ed uno a zero al “Razza” di Vibo Valentia. Difficile accettare la sconfitta per la squadra del presidente Caffo soprattutto dopo la decisione del direttore di gara di mandare anzitempo negli spogliatoi il capitanorossoblu Cosimo Cosenza al minuto numero 33 del primo tempo per doppia ammonizione. Tante altre sono state le recriminazioni dei vibonesi per l’espulsione arrivata dopo il secondo giallo per un tocco di braccio. Nonostante ciò, la Vibonese ha reagito alla grande ma è stata fermata da un super Salvatore Naniache nel corso della ripresa è stato superlativo compiendo un doppio intervento su Saraniti negando gol che sembravano fatti. La Palmese dal canto suo ha lottato su ogni pallone, sofferto ma compatta in difesa per poi ripartire e rendersi pericolosa.
LA CRONACA.
PRIMO TEMPO: si parte senza con gli uomini di Salerno senza Taverniti e Cassaro, mentre Foderaro siede in panchina, tutti per tutti per i postumi di infortuni del dopo Siracusa. Mister Gaetano Di Maria deve fare a meno di Lavilla per squalifica e Scoppetta per infortunio. Nania viene subito impegnato dalle incursioni di Allegretti prima e Scapellato poi. La Palmese soffre sulle fasce soprattutto con Da Dalt bravo tecnicamente ma anche veloce. Salerno se ne accorge correndo immediatamente così, al 37esimo getta in campo un non in buone condizioni fisiche Foderaro che prende il posto di Fabio. Mossa azzeccata quella di Salerno con la Palmese che prende fiato guadagnando metri. Così arriva la prima vera occasione neroverde del primo tempo sull’asse Foderaro-Piemontese con quest’ultimo che colpisce di testa a botta sicura con l’estremo difensore rossobluParisi che in volo gli nega il gol.
SECONDO TEMPO:Saranitida dentro l’area piccola colpisce in rovesciata la sfera maNania con un riflesso da felino mette a lato. La Palmese reagisce e al 52’ Saturno da due passi colpisce di ginocchio spedendo la sfera addosso a Parisi. La Palmese prende coraggio così su un calcio d’angolo battuto a rientrare da Corsale, Francesco Piemontese fa il padrone assoluto dell’area di rigore, si smarca splendidamente e di testa spedisce alle spalle dell’ex Hinterreggio Gabriele Parisi. La Vibonese reagisce ancora con il suo numero nove Saraniti che, da due metri, calcia a botta sicura ma Naniacon un grande colpo di reni compie il miracolo respingendo il pallone in angolo. Il Signor Giovanni Ayroldi(figlio e nipote d’arte) segnala tre lunghissimi minuti di recupero che sembrano non terminare mai fino a quando arriva il triplice fischio finale cheufficializza il ritorno della ultracentenaria Palmese in vetta alla classifica a distanza di 27 anni dal suo ritorno in Serie D sotto la Presidenza di Pino Carbone. Viceversa la Vibonese del presidente Giuseppe Caffo ritorna a Vibo sconfitta ma a testa alta. E bon!