Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Civoli (Rai Sport):”Praticò perfetto per la nuova Reggina. Giusy Versace esempio”

Civoli (Rai Sport):”Praticò perfetto per la nuova Reggina. Giusy Versace esempio”

Premiato con il ‘Paolo Di Tarso’, il giornalista Marco Civoli era tra i presenti del ‘Gran Galà’, manifestazione organizzata dal Csi di Reggio Calabria e andata in scena lunedi 5 ottobre al Palazzo della Regione. Il vice-direttore di Rai Sport, ai microfoni di Sport Strill, ha ribadito l’importanza che rivestono le attività sportive per i diversamente abili: “Non è vero che sono difficoltà esclusive del Meridione, trovi qui gli stessi problemi che ci sono al Nord. Lo sport per diversamente abili riguarda tutti noi, tante famiglie. A questi ragazzi e ai loro genitori dobbiamo risposte concrete, bisogna metterli nelle condizioni ideali per praticare qualsiasi genere di sport. Qui a Reggio Calabria dopo anni di incuria è stata finalmente fatta una bonifica, l’abbandono di impianti e strutture che potrebbero essere sfruttate nei contesti più disparati è un problema generale di questo paese”.

La ‘Domenica Sportiva’ una delle trasmissione di punta, nonchè tra le più antiche, della Rai. Nell’edizione di questa stagione ci sarà spazio per Giusy Versace, reggina oramai riconosciuta a livello nazionale per le sue imprese sportive:  “Ne abbiamo parlato con il direttore Carlo Paris, trovandoci subito d’accordo. Lei è un esempio, un atleta spontanea che colpisce con il suo sorriso e serenità”. La Reggina, per anni manifesto sportivo della città, dopo una caduta lunga un lustro si ritrova tra i dilettanti. Chiusa l’epoca legata a Foti, si è aperta una nuova fase: “Conosco bene Mimmo Praticò, l’ho incontrato diverse volte nel corso degli anni per i suoi impegni con le nazionali giovanili. Si è caricato di una bella responsabilità, è la persona ideale per rappresentare al meglio la positività di Reggio Calabria, spero riesca a far risalire la squadra amaranto”. Reggina e Parma, due reatà accomunate da un triste destino. Il crollo dalla serie A ai dilettanti, la speranza di poter risalire. Civoli, giornalista che ha commentato per la Rai i mondiali del 2006 (celebre la sua frase dopo la finale vinta con la Francia, ‘Il cielo è azzurro sopra Berlino’) ricorda i trascorsi amaranto nella massima serie: “La Reggina è sempre stata una fucina di giocatori ed allenatori, cito Pirlo e Mazzarri solo per fare due esempi. Un pò come successo a Parma, si tratta di di due realtà importanti cadute nell’inferno dei dilettanti. Ma Reggio Calabria non può stare in serie D”.