Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Archiviata la sconfitta con Casale, la Viola pensa già a Omegna

Basket – Archiviata la sconfitta con Casale, la Viola pensa già a Omegna

di Giovanni Foti – La prima uscita stagionale non ha dato i frutti sperati alla squadra di coach Benedetto, battuta in casa da una Junior Casale decisamente alla portata della squadra nero arancio. Il gruppo sta facendo fatica a trovare i giusti meccanismi e necessita ancora di un pò di tempo per entrare in perfetta condizione fisica. Uno su tutti Andrea Crosariol, che, a sorpresa, dopo un mese di stop per infortunio, è sceso in campo giocando comunque una gara di grande livello, soprattutto in fase difensiva. Assieme al centro ex Roma, anche l’argentino Ghersetti si è impegnato nel tenere lontano gli avversari sotto le plance, ma come il sopracitato Crosariol, in attacco è risultato quasi disarmato. Il lungo che ha tenuto a galla l’attacco neroarancio è stato Craig Brackins, con i suoi movimenti fronte e spalle a canestro, che hanno messo in difficoltà la difesa della Novipiù nella maggior parte dei casi. La buona gara dei tre lunghi ha tarpato le ali al giovane di casa Ion Lupusor, che ha assaggiato il parquet per soli due minuti di gioco, senza incidere particolarmente sulla partita. Un fattore importantissimo quello dei giovani a disposizione di coach Benedetto, che dovranno essere impiegati di più, per sopperire al ritardo di condizione dei vari Mordente e Spinelli e magari dare minuti di riposo ai lunghi, in modo che abbiano la lucidità giusta nei minuti decisivi. La buona prova dell’americano Austin Freeman, tuttavia, fa ben sperare, poiché nelle precedenti apparizioni pre-campionato era risultato sottotono e le sue prestazioni erano ben al di sotto delle aspettative di società e tifosi.
Questa settimana sarà fondamentale per rimettersi in carreggiata sia atleticamente che tatticamente. Il talento dei singoli non è in discussione, ma il compito di coach Benedetto è quello di trovare al più presto la giusta amalgama, per affrontare le prossime partite con una squadra compatta e un sistema di gioco ben definito. La testa è già alla gara con Omegna, dove si dovrà subito cercare il riscatto, che darebbe il via alla vera stagione neroarancio.