Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Eccellenza – Il Gallico Catona regola il Brancaleone (2-0)

Calcio, Eccellenza – Il Gallico Catona regola il Brancaleone (2-0)

Gallico Catona 2 – Brancaleone 0 Eccellenza 4 giornata

Marcatori : al 13 Palmiteri, al 50 Conti

Gallico Catona : Barillà O. 7, Penna 8, Marguglio 6,5, Casisa 6,5, Calarco 6,5, Oliveri 6, Tripodi 7,5, Conti 7,

Palmiteri 7 (al 63 Sabella 6,5), Ferrato 7,5 (all’83 Musarella s.v.) Pellegrino 7. All. De Leo

Brancaleone : Leonardi 6, Furfari 6, Genova 5, Denaro 5,5, Tringali 5, Galletta D, 5 (al 48 Galletta G. 5),

Lucisano 6, Galletta S. 5, Niang 5, Favsuli 5, Rubertà 5 (al 67 Taliano 5). All. Brando

Arbitro- Massaria di Vibo 6 ( Manco e Idà di Vibo)

di Giuseppe Calabrò- 

Il Brancaleone di Brando ha il suo primo stop, il Gallico Catona consegue il quarto risultato utile

consecutivo e ritorna al successo pieno facendo il solito turn over, sin dal primo minuto la “ prima punta”

Gianluca Palmietri che realizza la sua prima rete con un “ piattone” al 13 dopo un’incursione dalla sinistra

dell’esterno alto Marguglio. Già Palmiteri ( deve recuperare ancora sul lato fisico) a cui si affida il tecnico

Gianni De Leo per il reparto avanzato, l’uomo boa adatto per il tipo di gioco che quest’anno adopera la

formazione di Nello Violante e Natale Gatto.

In vetrina due “ gioielli” di centrocampo, due 96, di cui sentiremo parlare molto . Tripodi , guarda caso un

ex,corsa e buona tecnica e il talentuoso Peppe Ferrato, “lampi” di classe pura, testa alta, fa delle cose

straordinarie con estrema facilità. Debutto dopo il noto infortunio per il “ fuori quota” guardiano dei pali

Orazio Barillà, già in piena forma , ha sbagliato un appoggio ma subito rimediato con un portentoso

Intervento.

E poi c’è il solito ineguagliabile Amdrea Penna, il trattore, gioca a desta , a sinistra, al centro, si propone in

attacco , il risultato è sempre lo stesso, uno dei migliori in campo, l’anima di un Gallico Catona che gioca

bene i primi 25 minuti, poi si “assopisce” anche per la poca reattività di un Brancaleone mai, a dire il vero,

pericoloso. Ci si aspettava di più dalla compagine ionica allenata da Rocco Brando, meriti della squadra di

casa che con un centrocampo a tre si è fatta valere con Matteo Cassia quest’oggi non al meglio della

condizione, il top player Daniele Conti alla sua seconda segnatura e con l’effervescente e talentuoso Peppe

Ferrato che hanno sovrastato gli avversari sul piano della qualità e del ritmo.

Santo Pellegrino è essenziale, da un suo millimetrico lancio è scaturita l’azione della prima rete. Non ancora

Al top Simone Oliveri.

E’ un Gallico Catona che si può permettere il lusso di lasciare in panchina l’attaccante Manuel Monorchio e

mandare in tribuna il difensore Zumbo. “Rosa” ampia per Gianni De Leo che ha il solo imbarazzo della scelta

e della varietà del modulo.

Qualche difetto ? Forse qualche pausa di troppo ed una manovra a volte poco fluida Con Casisa e Conti

che probabilmente devono giocare più larghi, ma se Palmiteri conferma le sue “ credenziali” di bomber di

razza è un Gallico Catona da “ prima fascia” in attesa del primo sommario consuntivo che si farà a

dicembre. Fondamentale l’utilizzo degli “under”. Sino ad adesso si è cambiata sempre formazione ,

nessuno è indispensabile oppure è meglio avere un assetto definitivo?

Otto punti, 2 vittorie, due pareggi, sei reti fatte, tre subite.

Dice il “ patron” Nello Violante : lavoriamo in perfetta simbiosi con il direttore generale Antonio

Monterosso, no n è facile eguagliare l’aspetto tecnico con quello economico,stiamo confermando i nostri

progetti e la valorizzazione dei giovani ( in settimana è stato ceduto al Reggio Calbria il baby Baccilleri) , ci

aspetta una settimana intensa , mercoledì in Coppa Italia a Bocale e sabato un difficile test esterno a

Sambiase con la speranzza di continuare la serie utile.