Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Atletica – Palma De Leo e Andrea Pranno dominatori alla “Gioia in Corsa”

Atletica – Palma De Leo e Andrea Pranno dominatori alla “Gioia in Corsa”

Organizzata dall’Amministrazione Comunale di Gioia Tauro, con la collaborazione tecnica dell’ASD Atletica Gioia Tauro, si è svolta per le vie di Gioia Tauro,la prima edizione di “Gioia in Corsa”, manifestazione podistica riservata a tesserati e non. Il Sindaco della importante Città della omonima piana di Gioia Tauro, Giuseppe Pedà, ha inteso sostenere questa iniziativa sportiva, che nel recente passato, proprio dall’Atletica Leggera e dai suoi praticanti, ha ricevuto tanto lustro. Il suo pensiero è stato condiviso dagli altri rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, nelle persone del Delegato allo Sport Totò Parrello, dall’Assessore all’Ambiente Adriana Vazzana e dal Presidente del Consiglio Comunale Santo Bagalà e dal Presidente della Fidal Calabria Ignazio Vita. La prima gara ad avere ricevuto il via dallo starter è stata quella non competitiva, riservata ai non tesserati e atleti giovani (anche se tesserati) che si sono dati battaglia percorrendo il circuito ridotto di km. 2,6.

Alla fine della gara, sono risultati vincitori per le donne la giovane Giulia Romeo e per gli uomini Maurizio Cento. Le piazze d’onore sono state conquistate da Concetta Saffioti e Antonella Manzella per le donne e per gli uomini da Claudio Stranieri e Andrea Ricci. Intorno alle 17,15, coordinata da Giuseppe Marcellino, esperto speaker di manifestazioni sportive e di gare podistiche in particolare, ha avuto inizio la presentazione degli atleti “top” che ha visto sfilare sul parterre della partenza per prima la “campionessa” gioiese Palmina De Leo, pluridecorata in campo atletico e più volte in maglia azzurra, ora in forza all’Atletica Lammari di Lucca; dopo di lei Teresa Latella, esperta mezzofondista palmese, che difende i colori della Podistica Messina. Poi è la volta degli uomini e primo ad essere presentato è Andrea Pranno, atleta calabrese “blasonato” tesserato per l’ASD G.P. Parco Alpi Apuane e, a seguire Massimiliano Casuscelli (Atletica Civitanova) e Salvatore Arena della K42 di Cosenza. Al via della gara, si mettono subito in evidenza i più titolati per la vittoria finale e, al passaggio del primo giro di 1.750 metri, transitano con un chiaro vantaggio sugli inseguitori, ovvero Andrea Pranno per gli uomini e Palma De Leo per le donne. E dando per scontato l’esito di quelli che saranno i vincitori, la lotta per conquistare il podio in entrambi i settori, è alquanto relativa, visto che i distacchi tra le donne non ha dato modo di vedere una lotta serrata fino al traguardo, mentre tra gli uomini il terzo, quarto e quinto posto, si è stabilito solo all’ultimo giro. Palma De Leo, quindi, trionfa in perfetta solitudine, completando la gara col tempo di 32:34; dietro di lei, col tempo di 35:52 Teresa Latella e a seguire, il terzo posto viene conquistato da Irene Pascone (Atletica Sciuto), il quarto da Grazia Toma (Atletica Minniti) e al quinto posto si colloca Rita Giordano dell’Atletica Sciuto. In campo maschile, come abbiamo detto, facile la vittoria di Andrea Pranno, che completa gli 8.750 metri fermando i cronometri sul tempo di 26:56, alla media di poco più di 3 minuti al chilometro. Il secondo posto in classifica se lo aggiudica Massimiliano Casuscelli (Atletica Civitanova) col tempo di 27:11, mentre il fratello, Marco Casuscelli, per la conquista della terza posizione, deve impegnarsi per rintuzzare gli attacchi di Balduino Scarfone (Montemiletto Team Runners) che, comunque, giunge in quarta posizione; al quinto posto si colloca Michele Giofrè, cittanovese dell’Atletica Castello, che giunge a pochi secondi da chi lo ha preceduto. Dopo la compilazione delle classifiche finali, di entrambe le gare ad opera della T.D.S., si è proceduto alle premiazioni dei migliori atleti classificati alla presenza delle autorità civili, religiose e sportive presenti. Tra queste, un riconoscimento “alla carriera” è andato a Pino Ferro, che a Gioia Tauro, unitamente al figlio Antonio e tanti altri amici ha fatto nascere l’Atletica leggera a Gioia Tauro e, nel corso dei tanti anni di “militanza”, grazie al costante impegno quale dirigente e quale tecnico, ha dato alla Città di Gioia Tauro e alla Calabria tanto lustro.

fonte: fidalcalabria.it