Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Nania blinda la vittoria della Palmese (1-2). Sfortuna Rende: si fa male pure Musca

Nania blinda la vittoria della Palmese (1-2). Sfortuna Rende: si fa male pure Musca

di Valter Leone – Una Palmese cinica porta via tre punti dal Lorenzon e deve dire grazie al suo giovane portiere Nania il quale nel recupero sfodera tre prodezze da urlo negando il pareggio al Rende, che a quel punto avrebbe meritato nonostante l’inferiorità numerica nell’ultimo quarto d’ora. Evidentemente la stagione dei biancorossi è segnata dalla sfortuna, considerato che per un guaio muscolare ha perso pure Musca. Intanto la squadra di Salerno si gode la vetta della classifica.

La partita non decolla complice l’atteggiamento della Palmese che nella per tutta la prima parte del match ha difeso con dieci uomini dietro la linea del pallone. Tant’è che soltanto grazie ad alcune penetrazioni di Zangaro dalla sinistra il Rende è riuscito a creare qualche pericolo. Poi Trocini vede ulteriormente materializzarsi la sfortuna che sta caratterizzando questo inizio di stagione: Musca cade a terra, problema al polpaccio. Entra il giovane La Gioia che si posiziona sulla sinistra con Marchio centrale. Ma nella retroguardia biancorossa è sontuosa la prestazione di Scarnato, il quale al 43′ sfodera una rovesciata con la quale toglie il pallone a Foderaro e Cordiano già pronti a buttarla in rete. Vale un gol. Qualche minuto prima da un cross di Andiloro l’ex Piemontese ha sprecato la migliore occasione di tutto il primo tempo: da due passi, schiaccia troppo di testa. Finale di marca reggina con i neroverdi pericolosi che fruttano due calci d’angolo consecutivi.

A inizio ripresa c’è Mosciaro al posto di Azzinnaro. Ma è la Palmese arendersi subito pericolosa, prima con Citrigno (tiro dalla distanza), poi con Cassaro (tiro ribattuto da Marchio), il palo esterno di Torchia e la doppia conclusione di Piemontese. Soffre il Rende che si sveglia attorno al quarto d’ora quando Mosciaro innesca Zangaro la cui conclusione sfiora il palo alla destra di Nania. Iniziativa singola perché la squadra di Salerno continua a premere e Foderaro (20′) dal limite chiama De Brasi alla deviazione in angolo con i piedi. Il gol neroverde è nell’aria e Citrigno dalla sinistra per Torchia che arrivca dall’out opposto e tutto solo sblocca la partita. Punto nell’orgoglio la reazione del Rende è fulminea: calcio di punizione di Mosciaro dalla distanza, Nania non trattiene e Zangaro appoggia in rete per il pareggio. Spettacolare sforbiciata di Piemontese con il pallone che accarezza l’incrocio dei pali. Ancora Zangaro, imbeccato ancora dall’ex Cosenza, colpisce il palo con il portiere battuto. Il Rende rimane in 10 per l’espulsione di Benincasa (doppio giallo, fallo su Foderaro). Al 32′ Corsale su punzione dal limite sfiora il palo ma il gioiello lo sfodera dopo pochi minuti: un sinistro dal limite sotto l’incrocio. Nel recupero Nania salva la Palmese: si oppone sul diagonale di Zangaro (48′) poi doppio miracolo sulle sforbiciate di Zangaro e Marchio al 49′.

RENDE 1

PALMESE 2

MARCATORI Torchia (P) al 23′, Zangaro (R) al 25′, Corsale (P) al 35′ s.t.

RENDE (4-3-3) De Brasi (95); Ruffo (96), Scarnato, Musca (dal 25′ p.t. La Gioia 97), Marchio; Fiore, Benincasa, Falbo (97); Azzinnaro (96) (dal 1′ s.t. Mosciaro), Actis Goretta (dal 30′ s.t. Piromallo), Zangaro. In panchina: Mirabelli (98), Licciardi (96), Cristofaro (97), Mallamaci (96), Feraco (96), Bruno (97). Allenatore: Trocini.

PALMESE (4-5-1) Nania (95); Ruffo (96), Cassaro, Taverniti, Andiloro (96); Torchia (95) (dal 42′ s.t. Tozzo 95), Foderaro, Cordiano, Corsale (dal 46′ s.t. Fabio), Citrigno (97) (dal 39′ s.t. Moio 97); Piemontese. In panchina: Maruca (96), Napoli (96), Saturno, Angotti, Dascoli, Versace (97). Allenatore: Salerno.

ARBITRO Fontani di Siena.

NOTE spettatori 300 circa. Espulso Benincasa al 29′ s.t. per doppia ammonizione; ammoniti Cassaro, Foderaro, Taveriniti, Scarnato. Angoli 5-5 (p. t. 4-3). Recupero: p.t. 3′; s.t. 5′.