Home / Sport Strillit / BASKET / Trofeo Sant’Ambrogio, la Bermè Viola perde contro Barcellona, Garrett e Volkov rubano la scena
Viola Basket Palapentimele pieno di tifosi

Trofeo Sant’Ambrogio, la Bermè Viola perde contro Barcellona, Garrett e Volkov rubano la scena

di Gianni Tripodi – Ha preso il via la due giorni di grande basket in riva allo Stretto. Al Pala Calafiore si sono riaccese le luci, dopo quasi cinque mesi di assenza, per la quarantatreesima edizione del Trofeo Sant’Ambrogio organizzato come ogni anno dalla famiglia Sant’Ambrogio in ricordo di Mario, Ilario e della signora Enza scomparsa il 25 giugno scorso. Un vero e proprio antipasto in vista dell’inizio del prossimo campionato di A2 fissato per domenica 4 ottobre dove i nero arancio esordiranno tra le mura amiche contro Casal Monferrato. A darsi battaglia assieme alla Bermè Viola, il Basket Scafati dell’ex Massimo Rezzano, la Fortitudo Agrigento dell’indimenticabile Alessandro Piazza e il Basket Barcellona il quale nonostante i problemi societari è riuscito al fotofinish ad iscriversi al campionato. Nella prima semifinale tra il Basket Scafati e la Fortitudo Agrigento hanno avuto la meglio i siciliani con il punteggio di 68-64 ed affronteranno quindi il Basket Barcellona questa sera alle 20 in finale, mentre la Bermè Viola, sconfitta all’overtime (87-93) si dovrà accontentare della finale per il terzo posto contro Scafati (ore 18). Con Andrea Crosariol ancora fuori (distrazione di primo grado al legamento collaterale mediale del ginocchio destro) coach Benedetto si è affidato all’ottimo stato di forma di Craig Brackins, mvp del Memorial Morelli di Legnano con 21 punti di media. L’americano è stato a tratti dominante (13 punti con il 63% in area pitturata), assieme ad un ottimo Ghersetti (19 punti), ma non sono bastati. Si è notata la mancanza di un secondo lungo durante le fasi calde del match con i nero arancio a soli 34 rimbalzi catturati in 45 minuti di gioco contro i ben 51 degli ospiti. La Viola sempre avanti (32 minuti sui 45 totali), dopo aver raggiunto il vantaggio in doppia cifra (+10) a metà terzo quarto si fa raggiungere e superare dai siciliani guidati dal duo di americani Loubeau (24) – Smith (20), le triple di quest’ultimo spezzano in due la partita, Barcellona chiuderà con il 48% dalla lunga contro il 24% della Viola. Inutile negare che al Pala Calafiore le luci della ribalta però sono state tutte per le due bandiere nero arancio Sasha Volkov e Dean Garrett, gli abbracci, le strette di mano e le foto si sono sprecate. Il grande evento che l’intera città di Reggio Calabria sta aspettando sarà questa sera. Torneranno al Pala Calafiore infatti alcuni degli eroi del 1993 che riuscirono ad arrivare ai quarti di finale scudetto facendo sognare un’intera città, fermati solo dal canestro della discordia di Dean Garrett contro la Benetton Treviso, preparate i fazzoletti.

43° Trofeo Sant’Ambrogio

Bermè Viola Reggio Calabria – Basket Barcellona 87-93 dts

Parziali: 25-19, 45-38, 62-62, 82-82, 87-93

Arbitri: Giovanni Santucci e Roberto Viglianisi

Bermè Viola Reggio Calabria: Freeman 16, Costa 2, Lupusor 6, Mordente 9, Rullo 7, Ghersetti 19, Sindoni ne, Crosariol ne, Brackins 13, Spinelli 15

Coach: Giovanni Benedetto

Basket Barcellona: Varotta, Centanni 6, Fallucca 8, Loubeau 24, Capitanelli 2, Bianconi ne, Pettineo ne, Cefarelli 9, Smith 20, Migliori 16, Maccaferri 8

Coach: Maurizio Bartocci

Quintetto iniziale composto da Spinelli, Freeman, Rullo, Ghersetti e Brackins. Partenza lanciata dei nero arancio subito aggressivi con Freeman e Spinelli in penetrazione, 4-0 dopo 1’50 di gioco, sorpasso immediato di Barcellona con i due americani Loubeau e Smith, 4-5. La Viola vuole correre con Spinelli, due giri in lunetta per il play napoletano e 3/4 dalla linea della carità, +2 Viola. Maccaferri impatta con il canestro dalla media, Ghersetti lasciato solo dalla difesa va ad inchiodare la schiacciata e nell’azione successiva tripla dall’angolo per l’argentino, è il suo momento. Palla sotto a Brackins, canestro e fallo subito, gioco da tre punti realizzato, Barcellona perde palla, Brackins ringrazia e appoggia facile, +10. I siciliani si rifanno sotto pericolosamente con le triple di Migliori e Maccaferri, la Viola sbaglia troppo con Spinelli e Brackins, Loubeau ad impattare, 17-17, timeout Benedetto. Dentro Mordente per Rullo, ma Barcellona passa a condurre il match, Lupusor appena entrato trova il canestro allo scadere dei 24”, le giocate e soprattutto i punti di Freeman ridanno sei lunghezze di vantaggio ai nero arancio, 25-19. Secondo quarto: Smith perso da Freeman va ad appoggiare, primi punti per Mordente, Smith e Maccaferri riavvicinano i siciliani, 30-28. Stoppata di Ghersetti su Smith ad esaltare il pubblico del Pala Calafiore, Viola in grande difficoltà, la tripla di Centanni porta avanti gli ospiti, 32-34. Canestro forzato, ma realizzato da Rullo che scuote i suoi a 3’08” dal termine, dopo il timeout di Benedetto è ancora Viola con Freeman ad infilare la retina, 38-35. E’ un buon momento per i nero arancio con Ghersetti e soprattutto Brackins dominante sotto canestro, tripla di Migliori allo scadere, 45-38. Terzo quarto: Ghersetti e Cefarelli con il botta e risposta in avvio, Brackins stoppa prima Loubeau e poi Smith, la gara si accende, Ghersetti trova il canestro del +10. Le due triple di Smith e Migliori danno speranza al Barcellona, Spinelli a vuoto e Loubeau schiaccia per il -5. Smith scatenato piazza la tripla del -2, risposta immediata di Spinelli dall’angolo e Viola che rimane sul +5 a 2’23” dal termine. Maccaferri e Loubeau firmano un parziale di 7-0 che vale il sorpasso, il canestro di Rullo ad impattare con tanta difficoltà, 62-62. Quarto quarto: Tripla di Falluca, Ghersetti (2/2) e Cefarelli (2/2) dalla lunetta per il 64-67. Fiammata di Lupusor che segna subendo il fallo, nuova parità a quota 67, Costa con l’arresto e tiro in sospensione e la Viola torna avanti. Magia di Smith, i nero arancio soffrono a rimbalzo, 2/2 di Mordente per il +1. Barcellona non molla la presa con la tripla di Migliori, Spinelli con l’aiuto del ferro, 75-72. Brackins commette fallo su Loubeau che centra il gioco da tre punti per la parità a 2’50” dal termine. Smith è letale dalla lunga distanza e la Viola riesce ad impattare dalla lunetta con Spinelli (2/2), Freeman allo scadere dei 24” con un canestro forzatissimo, palla persa malamente da Spinelli, Loubeau con la schiacciata dell’80 pari a 16” dal termine. Freeman mandato in lunetta fa 2/2 ed è timeout Barcellona. Quinto fallo di Brackins su Loubeau, l’americano fa 2/2 con 6” sul cronometro, timeout Benedetto, Spinelli sbaglia una tripla forzata e si va al supplementare, 82-82. Overtime: Quattro punti consecutivi di Loubeau dalla lunetta e il canestro da sotto di Smith valgono il +6, timeout Benedetto. Migliore allunga con la tripla del +9, Freeman e Mordente con orgoglio per il -4, Migliore punisce ancora la difesa e mette la parola fine al match, finisce 87-93.