Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Reggio capitale dello sport: tutto pronto per la notte bianca al Granillo

Reggio capitale dello sport: tutto pronto per la notte bianca al Granillo

”Sport è legalità”, 36 ore di giochi ed iniziative sportive per la notte bianca dello sport reggino. Sono in totale 29 le manifestazioni organizzate, 24 le location in città che ospiteranno le iniziative, 18 le discipline coinvolte per un totale complessivo di 30 società appartenenti alle più disparate federazioni sportive. Si va dal calcio, al minibasket, dal tiro con l’arco alla danza sportiva, dal basket alla simulazione di vela, dalla ginnastica ritmica al basket in carrozzina. Tra venerdì e sabato Reggio sarà capitale italiana dello sport, con l’evento clou previsto venerdì sera alle 20,00 allo stadio Oreste Granillo con il triangolare ”Sport è Legalità” che vedrà la partecipazione dell’Associazione Italiana Calciatori, capitanata dal campione del mondo Simone Perrotta ulteriormente arricchita dalla partecipazione di tante altre “bandiere” della Serie A e della recente storia calcistica della città, che sfideranno una rappresentativa degli amministratori ed una rappresentativa dello sport di base della città. Il mondo dello sport reggino ha scelto di organizzare con il contributo degli enti e delle istituzioni locali una “24 ore di Sport”. L’edizione del 2015 sarà una vera e propria “maratona di sport” organizzata nei giorni del 25 e 26 settembre. L’evento avrà come obiettivo primario quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sui valori educativi dello sport, quale strumento di legalità e di integrazione sociale, focalizzando l’attenzione sullo stato attuale dell’impiantistica sportiva locale e sull’impossibilità – a causa della carenza di risorse – delle istituzioni pubbliche di garantire il “diritto allo sport” inteso quale fondamentale “bene” sociale ed educativo. Per l’edizione 2015 si è scelto il tema “Lo Sport è Legalità” poiché questa vuole essere anche un momento di riflessione sullo sport quale strumento di aggregazione e mezzo per promuovere ancora con maggior forza la legalità tra i giovani reggini. L’evento ha anche lo scopo di creare momento di unità e di partecipazione costruttiva a cui tutti gli sportivi e non solo sono chiamati a partecipare al fine di garantire al movimento sportivo cittadino la giusta attenzione ed aprendo ad una necessaria riflessione sul problema dello sport nella città di Reggio Calabria per poter garantire, operando in sinergia con gli Enti proprietari degli impianti, l’utilizzo degli stessi nel rispetto delle regole e della legge. A presentare l’evento questa mattina nella conferenza stampa organizzata a Palazzo San Giorgio c’erano il Presidente del Consiglio Comunale Demetrio Delfino, il Vicesindaco Saverio Anghelone, l’Assessore allo sport della città Nino Zimbalatti, il capogruppo Pd Nino Castorina insieme alla Dirigente del Settore Carmela Stracuzza e una rappresentante di Radio Studio54 network. ”Da subito il tema dell’impiantistica sportiva è stato al centro degli interessi dell’amministrazione – hanno spiegato i rappresentanti del Comune – Reggio è una città storicamente legata allo sport, abbiamo l’obbligo di mettere in campo tutte le nostre forze per riportare lo sport reggino ad alti livelli, non solo sul piano agonistico ma anche per gli aspetti che riguardano la socialità. Attraverso lo sport avviciniamo i giovani ai valori positivi del fair play e della legalità. Invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare con convinzione agli eventi che abbiamo organizzato, utilizzandoli come momento di socialità e condivisione”. Proprio domani a Roma è previsto un altro importante evento per la città dello Stretto. L’Assessore Zimbalatti e il Consigliere Castorina saranno nella capitale per una conferenza stampa, insieme al Presidente dell’Assocalciatori Damiano Tommasi e alla parlamentare Laura Coccia, durante la quale relazioneranno sui temi dello sport in città chiedendo maggiore attenzione per ciò che riguarda l’impiantistica sportiva.