Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Trocini: “Il Rende dovrà stringere i denti” In casa dello Scordia con molte defezioni

Trocini: “Il Rende dovrà stringere i denti” In casa dello Scordia con molte defezioni

di Valter Leone – Le vittorie rappresentano, da sempre, la migliore medicina per risollevarsi da un periodo negativo. È il caso del Rende che nel turno infrasettimanale è riuscito, contro il Gragnano, a cancellare lo zero nella casella delle vittorie rilanciando le proprie ambizioni dopo le due sconfitte di fila, in parte immeritate, con Vibonese e Frattese. Il tutto nonostante per i biancorossi non sia proprio un momento fortunato: l’attaccante Mosciaro deve scontare il terzo e ultimo turno di squalifica anche se non sarebbe stato tra i disponibili per una problema a un piede; Ginobili (è stato operato dall’ortopedico Misiti a Taranto per la ricostruzione del crociato, per l’argentio stagione finita), Crucitti (stiramento al polpaccio, stamattina ha svolto lavoro differenziato) e Gigliotti (frattura composta della clavicola ne avrà per una quarantina di giorni) sono infortunati. E poi c’è il nuovo arrivato Carrieri, il quale deve scontare ancora quattro delle cinque giornate di squalifica legate a una vicenda di qualche tempo fa: l’ex Cosenza stamattina ha lavorato con il preparatore atletico Michele Bruni il quale ha predisposto un lavoro specifico per portarlo in condizione tra un mesetto circa quando tornerà a essere disponibile.

Ma domani si gioca. Il calendario prevede la trasferta in casa della matricola Scordia, reduce dal roboante successo contro i ragazzini della Vigor Lamezia. “Diciamo che è come se loro avessereo riposato”, dice Bruno Trocini (nella foto gentilmente concessa da Andrea Rosito). “Evidentemente è un periodo che va così: abbiamo affrontato il Gragnano che veniva da un turno di riposo imposto dal calendario per il rinvio della partita con la Vigor Lamezia, adesso ci tocca lo Scordia che al D’Ippolito non ha dovuto faticare più di tanto. Dobbiamo stringere i denti – sottolinea l’allenatore del Rende – e cercare di venire fuori da questo periodo in cui la fortuna ci ha girato le spalle”.

Anche dopo la rifinitura di stamattina restano un po’ di dubbi sulla formazione. “Alcune scelte credo siano in parte obbligate. Poi – aggiunge Trocini – sul discorso degli under non ho ancora deciso: meglio portarsi dietro qualche dubbio. Quelli che partiranno con la squadra devono tutti sentirsi protagonisti. Actis Goretta? Sono contento: più giorni passano, più cresce la sua integrazione nel gruppo sia dal punto di vista tattico sia per quel che concerne la lingua. Con il Gragnano si è sacrificato per la squadra, giocando un ottimo secondo tempo. Lo Scordia? Ha l’entusiasmo della neopromossa e una squadra dove ci sono calciatori come Corona che in questa categoria rappresentano sempre il valore aggiunto di una squadra”.