Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio serie D – Il Rende ritrova il sorriso: Gragnano ko, prodezze di Fiore e Feraco

Calcio serie D – Il Rende ritrova il sorriso: Gragnano ko, prodezze di Fiore e Feraco

di Valter Leone – Trocini è stato accontentato: vittoria doveva essere e vittoria è stata. Giocando anche bene. Il Rende si sblocca grazie al gioiello di Adriano Fiore e alla rete di Feraco, battendo un Gragnano che recrimina per il rgiore sbagliato dal leone sull’1-0. Ma i biancorossi perdono un altro calciatore: Gigliotti si è lussato la spalla.

Come avevamo anticipato in casa biancorossa Trocini lancia Actis Goretta dal primo minuto in un tridente che vede il giovane Azzinnaro a destra e Zangaro a sinistra, con Gigliotti che fa la mezzala. L’altra novtà è il ritorno del giovane La Gioia sulla corsia sinistra. È subito Rende con Zangaro (imbeccato con un lancio millimetrico da Fiore) che chiama De Marino alla respinta con i piedi. La replica del Gragnano affidata a Carfora (conclusione rimpallata) dopo che Azzinnaro aveva regalato il pallone a Martone. Bella l’azione che sblocca la partita: Zangaro per Azzinnaro il quale appoggi all’indietro per Fiore che arriva in corsa e con un destro al volo si prende una vagonata di applausi. Gran bel gol, dedicato a Max Ginobili. Ma la sfortuna continua ad abbattersi sul Rende: intervento ai limiti del regolamento di Baleotto su Gigliotti e la spalla sinistra fa crack, complice anche una ulteriore caduta appena rientrato in campo dopo un fallo di Carfora. Il Rende difende bene, pochi rischi tant’è che Coppola invertire le posizioni di Carfora e Cassetta per cercare di pungere un po’. Ma l’unico pericolo arriva per una leggerezza di De Brasi: punizione in area e Scarnato è attento nella chiusura su Leone lasciato incredibilmente da solo davanti al portiere. Al 42′ grande giocata di Zangaro e Loreto ferma col braccio: rigore? Per l’arbitro e il mediocre assistente Santarsia no; ne fa le spese il direttore generale Ciardullo espulso per proteste.

La ripresa comincia con il Rende che nel giro di un minuto per due volte va vicino al raddoppio ma De Marino si oppone prima su Zangaro (bel tiro, deviato in angolo, dopo una bella azione personale innescato da Fiore) poi su Musca. Poi i biancorossi rischiano di complicarsi la vita: Benincasa mette giù La Monica, rigore che Leone spara alle stelle al 18′. La squadra di Trocini però non molla e con Fiore (24′) innescato da Azzinnaro si divora clamorosamente il raddoppio, così come fa Zangaro un minuto dopo servito da Actis Goretta. Poco dopo la mezzora ilGragnano reclama un rigore per atterramento di Carfora a opera di La Gioia; capovolgimento di fronte e Actis Goretta serve Zangaro il cui colpo di testa sfiora il palo con il portiere battuto. Il Rende merita di chiudere la partita e lo fa al 38′ con Feraco dopo che il portiere aveva negato la gioia del gol a Zangaro (lo avrebbe meritato).

RENDE               2

GRAGNANO      0

MARCATORI Fiore al 13′ p.t.; Feraco al 38′ s.t.

RENDE (4-3-3) De Brasi (95); Ruffo (96), Musca, Scarnato, La Gioia (97); Gigliotti (dal 19′ p.t. Marchio), Benincasa, Fiore; Azzinnaro (96) (dal 26′ s.t. Feraco 96), Actis Goretta (dal 41′ s.t. Piromallo), Zangaro. In panchina: Mirabelli (98), Falbo (97), Licciardi (96), Cristofaro (97), Mallamaci (96), Bruno (97). Allenatore: Trocini.

GRAGNANO (4-3-3) De Marino (96); De Biase (97),  Gargiulo, Loreto, Baleotto (97); Martone, Vitiello, Leone (dal 20′ s.t. Varriale); Carfora, Foggia (dal 29′ s.t. Lupacchio), Cassetta (96) (dall’11’ s.t. La Monica 96). In panchina: Amato (96), Talpa (95), Savarese (96), Somma (97), Ascione (96), Odierna. Allenatore: Coppola.

ARBITRO Cascella di Bari (Santarsia e Burgi di Matera)

NOTE spettatori 200 circa. Ammoniti Baleotto, De Brasi, Scarnato, Actis Goretta, Gargiulo, Benincasa. Angoli 2-1 (0-1 p. t.). Recupero: p.t. 2′; s.t. 4′.