Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio serie D – Palmese, tre punti preziosi, due volte Piemontese

Calcio serie D – Palmese, tre punti preziosi, due volte Piemontese

di Sigfrido Parrello – U. S. PALMESE 1912:Nania (95) 6, Ciccone (96) 7, Citrigno (97) 6, Cordiano 6 (K), Dascoli 7, Taverniti 6, Foderaro 7 (VK), Moio (97) 6 (21°st.Benincasa 96)sv., Piemontese 8, Corsale 7 (31°st. Angottisv), Fabio 7 (12°st.Crescibene 6). A disposizione:Maruca (96), Napoli (96), Torchia (95), Saturno, Versace (97), Misale (95). Allenatore: Rosario Salerno 8.

A.P.D. LEONFORTESE 1967 (4-4-2):Costanzo Giorgio (96) 6, Castro (97) 6, Russo 5, Pettinato 6, Tarantino (96) 6 (1°st. Messina 97) 6, Calabrese 6, Chiazzese (96) 6, Catanese 6 (21°st. Versace)sv., Cortese 6, Lo Coco 6 (21°st. Lentini 96)sv., Mittica (95) 6. A disposizione: Prestigiacomo, Costanzo Giuseppe (97), Barcellona (98), Luizzo (97), Bonanno, Furno (97). Allenatore: Gaetano Mirto 6.

RETI: 24°pt Piemontese, 19°st Piemontese (rigore). NOTE: spettatori 800 circa (25 i supporters giunti da Leonforte sotto lo stemma Warriors). Pomeriggio di caldo: la temperatura segnava 27 gradi. Ammoniti: Russo (L) e Foderaro (P). Espulso: Russo (L) per doppia ammonizione al 18°st. Calci d’angolo: 6 a 3 per la Leonfortese. Recupero: 1’pt; 5’st.

PALMI -Bentornata Serie D! A distanza di ben 27 anni, la ultracentenaria del Presidentissimo Pino Carbone brinda alla grandissima. Lo fa davanti al suo meraviglioso pubblico. Lo fa con una vittoria secca: 2 a 0 contro i quotati siciliani della Leonfortese arrivati a Palmi forti del 2 a 0 conquistato sette giorni addietro contro il Città di Scordia. Siciliani di mister Gaetano Mirto che non avevano fatto i conti con la forza dei neroverdi di mister Rosario Salerno che, con un Piemontese di altre categorie, annichiliscono i biancoverdi a coronazione di una gara semplicemente perfetta. Si gioca al polivalente “San Giorgio” (al “Lopresti” i lavori di restyling sono fermi da oltre un mese, dallo scorso 4 Agosto) sotto un sole caldo ma piacevole. Solito 4-3-3 per la Palmese che scende in campo piena di carattere, valore aggiunto, anzi, prerogativa di fondamentale importanza per questi campionati. Il tecnico dei siciliani Mirto si affida ad un 4-4-2 spregiudicato con gli ottimi Cortese e Mittica supportati dal calabrese Catanese. Siciliani in campo senza Cassaro (ne parleremo più avanti) ma subito pericolosi al diciassettesimo con Mittica che direttamente da fuori area lascia partire un bolide rasoterra che Naniaallungandosi, riesce con la punta della mano destraa deviare in corner. La Palmese reagisce al 22esimo con Piemontese che fa esultare il pubblico neroverde ma la sua posizione è irregolare. Passano soltanto 190 secondi è lo stesso attaccante di Cetraro sfrutta alla grande un traversone di Davide Ciccone saltando altissimo tra i difensori siciliani per colpire di testa ed indirizzare il pallone sotto l’incrocio dei pali una imparabile palombella dove Costanzo non può arrivarci.Al 41esimo, imbeccato da Mittica, ci prova Lo Coco senza inquadrare però la porta.Nella ripresa la Leonfortese si getta in avanti alla ricerca del pari ma al 18esimo l’espulsione di Russo ed il conseguente penalty facilitano la ultracentenaria Palmese che, ancora con Piemontese, raddoppia.E’ l’ultimo sussulto, ovviamente neroverde, finisce 2-0. E bon!