Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto femminile – Waterpolo Despar Messina, al via la preparazione

Pallanuoto femminile – Waterpolo Despar Messina, al via la preparazione

La Waterpolo Despar Messina ha cominciato a preparare la prossima stagione che vedrà la formazione peloritana protagonista nel massimo campionato femminile di pallanuoto e, per la prima volta, anche in Eurolega, grazie al terzo posto centrato nello scorso torneo dalla società di Felice Genovese.

La squadra, ancora a ranghi incompleti, si è ritrovata alla piscina Cappuccini per la prima settimana di lavoro agli ordini del riconfermato tecnico Maurizio Mirarchi.
Presenti le quattro nazionali Aiello, Garibotti, Radicchi ed il neo acquisto Giulia Gorlero e le riconfermate Silvia Bosurgi, Ursula Gitto e Alessia Morvillo. Gruppo completato da alcune ragazze del settore giovanile in attesa che il mercato porti in riva allo Stretto altri elementi capaci di alzare il tasso qualitativo e aumenti le rotazioni a disposizione dell’allenatore.

LAVORO IN PALESTRA
Il debutto in campionato è in programma sabato 10 ottobre alla piscina Cappuccini contro il Prato mentre per quello in Eurolega bisognerà attendere la composizione dei gironi.
L’obiettivo è migliorare il terzo posto e la squadra, per quanto ancora in costruzione, ha tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo. In questa stagione, lo scudetto sarà assegnato con una formula diversa rispetto al recente passato. Le prime sei squadre, sulle dieci totali, se lo contenderanno in tre giorni, dal 20 al 22 maggio 2016. Più articolato, invece, il cammino in Europa che si spera possa essere di grande soddisfazione per i colori giallorossi.

GIULIA GORLERO
Questa l’analisi del tecnico Maurizio Mirarchi. “ E’ una stagione particolare perché guarda essenzialmente alle Olimpiadi. Il mercato delle straniere, quello diciamo abituale per i nostri club, è limitato. Stiamo ancora valutando per capire quali siano le scelte migliori da effettuare. L’innesto in porta di Giulia Gorlero è di grande qualità, come, peraltro, dimostrato dalle prestazioni di altissimo livello ai mondiali di Kazan del mese scorso”.