Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Atletica – Chumba e Lamchi dominatori alla IV Edizione de “La Normanna”

Atletica – Chumba e Lamchi dominatori alla IV Edizione de “La Normanna”

Si è disputata la quarta edizione de “La Normanna”, manifestazione nazionale di corsa su strada che, sulle strade di Mileto, ha visto impegnati quasi trecento atleti della categoria assoluta e, tra questi, diversi tra atleti italiani e di colore, con un invidiabile palmares, che hanno reso molto importante la manifestazione. L’organizzazione, curata sotto tutti i punti di vista, è stata diretta dal Presidente della Miletomarathon Salvatore Auddino che, coadiuvato da un imponente staff, ha dato vita ad una manifestazione che ha ricevuto il plauso da parte delle autorità civili, ecclesiastiche e sportive, presenti numerose durante le gare. Prima delle gare “competitive”, si è svolta una gara libera a tutti, alla quale hanno preso parte tanti atleti e non, che hanno dato vita, nonostante la non competitività, ad accesi duelli per la conquista delle migliori piazze. Alla fine dei 3000 metri della gara, tutti premiati con un artistico medaglione, coniato ad hoc dall’orafo vibonese Michele Lo Bianco. Considerato il numero elevato dei concorrenti e per rendere più omogenee le gare in programma, prima della competizione maschile assoluta, hanno preso il via tutte le donne iscritte, unitamente ai master maschi “Over 60”, per un totale di 65 atleti, che hanno percorso mediamente i 10 km dell’intera gara senza il risparmio di alcuna energia in loro possesso.

La gara, sin dall’inizio ha visto in testa un gruppetto di atlete qualificate, composto dalle keniane Eunice Chebet e Faith Kimutaj, dalla marocchina Meriyem Lamachi, dall’italiana Palma De Leo, seguite da Roberto Brancatelli (SM60 – Pol Molise Campobasso) e da Chantel Magengezha, Rossella De Rose, Teresa Latella e Grazia Toma. Ma già al passaggio del secondo giro, in testa alla gara si pone la marocchina Meriyem Lamachi, che lascia già capire che per le inseguitrici, l’impresa sarà decisamente ardua. Infatti, l’atleta di colore impone alla gara un ritmo troppo ambizioso per gli altri concorrenti, tanto che sul traguardo finale, dopo dieci giri del percorso, conclude ancora in buona spinta con il tempo di 35:11. Seguono nell’ordine Eunice Chebet (Atletica Futura Roma) che chiude in 36:24 e terza l’altra keniana Faith Kimutaj (Atletica 2005) che fa segnare il tempo di 36:53. Vano il tentativo di rimonta per la conquista della terza posizione, effettuato da Palma De Leo, che giunge quarta in 36:58. Roberto Brancatelli giunge quinto e primo degli uomini in gara con il tempo di 37:52. Poco prima delle 19, Lodovico Nerli Ballati, speaker della manifestazione, in un lungo prologo alla gara, introduce nei pressi della partenza i gruppi di atleti, suddivisi per società sportive, che accompagnati dal numerosissimo pubblico presente, fanno da cornice alla presentazione dei “Top Runner ” che di lì a poco, avrebbero dato spettacolo con le loro qualità tecniche, che sicuramente avranno fatto sognare i giovani atleti presenti. Al via dello starter ufficiale del GGG Calabria Carmelo Ambrogio, 209 atleti si lanciano di gran lena, per affrontare i dieci giri del percorso e, come nella gara precedente, è un sestetto che si pone in testa e conduce, con un buon ritmo di corsa, riservato a pochi. Il giovane Giuseppe Gerratana sembra voler tenere testa al facile incedere degli atleti di colore presente; il tutto sembra gli torni facile fino all’ottavo giro, quando i due keniani in gara: Bernard Chumba e Jean Marie Uwajeneza decidono che l’arrivo sarà una sfida tra di loro. Vano il tentativo di Gerratana che non regge il ritmo imposto dagli atleti di colore e sul traguardo finale della 4^ edizione de “La Normanna” e Bernard Chumba a tagliare il traguardo per primo, dopo un imperioso rush finale che lascia il suo connazionale Uwajeneza dietro di cinque secondi. Onorevole terza posizione per Gerratana (Aeronautica Militare) che chiude in 30:03; al quarto posto Alessandro Brancato (Atletica Casone Noceto) che completa in 30:35. Alla fine delle gare, dopo essersi rifocillati opportunamente per le fatiche fatte, i migliori atleti hanno ricevuto gli applausi del numeroso pubblico presente in piazza e sono stati premiati dalle autorità presenti. Salvatore Auddino, chiaramente compiaciuto di come si è svolta la manifestazione, ha dato appuntamento al prossimo anno per la 5^ edizione de “la Normanna”.