Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – Serie D nel caos, 168 squadre iscritte

Calcio – Serie D nel caos, 168 squadre iscritte

di Sigfrido Parrello – L’estate che sta vivendo la Serie D insieme alla Lega Nazionale Dilettanti è sempre più nel caos. Dopo la riammissione in Serie D di San Marino e Forlì decisa dall’Alta Corte del Coni, ora scoppia il caso Gelbison. Il Collegio di Garanzia in merito al ricorso ASd Gelbison Vallo della Lucania contro la FIGC-LND, ha respinto la richiesta di sospensione cautelare del provvedimento impugnato ed ha assegnato la controversia alle Sezioni Unite.

Tutto dunque rinviato all’udienza del 3 settembre prossimo quando dinanzi alle Sezioni Unite si dibatterà dello stesso ricorso. Ricordiamo che la Gelbison aveva presentato ricorso per l’esclusione dalla prossima Serie D per la mancata presentazione della domanda di iscrizione al Campionato in via telematica.

Ancora una volta, quindi, potrebbe doversi rivedere campionato e calendari di Serie D. Ancora una volta la Lega Nazionale Dilettanti ha dimostrato tutti i suoi limiti a cui, purtroppo, eravamo già abituati. Ora ci chiediamo “al di là dei ricorsi che spesso vedono la LND soccombere, il perchè del perseverare in determinati errori. Ci riferiamo in particolare all’ansia di ripescare subito dai club in Serie D quando il numero dei partecipanti alla stessa non è certo. Ora, infatti, con il San Marino ed il Forlì già riammessi, ci ritroviamo a 163 club iscritti più i cinque ammessi in soprannumero. Un errore evitabile, la dimostrazione che il calcio italiano va rifondato totalmente cancellando vertici e dirigenti che da decenni hanno contribuito in maniera negativa a questa situazione vergognosa.

Avevamo sperato che stavolta il buon senso prevalesse nelle stanze della Lega Nazionale Dilettanti. Abbiamo sperato invano però. Il sentore c’era stato quando, con le esclusioni delle squadre non iscritte in Serie D, si è proceduto frettolosamente a ripescare nove club con la composizione dei gironi che tarda ad arrivare. L’ennesimo scempio a cui anche quest’anno assistiamo. Ora, con la riammissione del San Marino e del Forlì ed il caso Gelbison slittato a settembre, ci ritroviamo con 163 club iscritti in Serie D e cinque club ammessi in soprannumero.

Questo l’elenco delle squadre in questo momento certe di partecipare al prossimo campionato di Serie D:

Abruzzo: Amiternina, Avezzano, Chieti, Giulianova e San Nicolò.

Basilicata: Az Picerno, Francavilla e Potenza.

Calabria: U. S. Palmese 1912, ASD Reggio Calabria, Rende, Roccella e Vibonese.

Campania: Agropoli, Aversa Normanna, Cavese, Gragnano, Nerostellati Frattese, Pomigliano, Progreditur Marcianise, Sarnese, Torrecuso e Turris.

Emilia Romagna: Bellaria, Correggese, Fiorenzuola, Imolese, Lentigione, Mezzolara, Parma, Piacenza, Ravenna, Ribelle, Romagna Centro, Sammaurese, Virtus Castelfranco e Forlì.

Friuli Venezia Giulia: Sacilese, Tamai, Triestina ed Unione Unione Fincantieri Monfalcone.

Lazio: Albalonga, Aprilia, Astrea, Cynthia, Fondi, Isola Liri, Ostiamare, Rieti, San Cesareo, Serpentara, Trastevere, Virtus Flaminia e Viterbese.

Liguria: Argentina, Fezzanese, Lavagnese, Ligorna, RapalloBogliasco, Sestri Levante e Vado.

Lombardia: Bustese, Caronnese, Ciliverghe, Ciserano, Folgore Caratese, Grumellese, Inveruno, Lecco, MapelloBonate, Monza, Pergolettese, Pontisola, Pro Patria, Pro Sesto, Olginatese, OltrepoVoghera, Seregno, Sondrio, Varesina e Virtus Bergamo Alzano Seriate (Nata dalla fusione di Alzano Cene ed Aurora Seriate).

Marche: Fano, Fermana, Folgore Falerone Montegranaro, Jesina, Matelica, Monticelli, Recanatese e Sambendettese.

Molise:  Campoobasso, Isernia ed Olympia Agnonese.

Piemonte: Acqui, Borgosesia, Bra, Castellazzo, Chieri, Derthona, Gozzano, Novese, Pinerolo, Pro Settimo & Eureka e Sporting Bellinzago.

Puglia: Bisceglie, Brindisi, Gallipoli, Manfredonia, Monopoli, Nardò, San Severo, Taranto e Virtus Francavilla

Sardegna: Arzachena, Budoni, Castiadas, Lanusei, Muravera, Nuorese e Olbia.

Sicilia: Città di Scordia, Due Torri, Leonfortese, Messina, Marsala, Noto e Siracusa.

Toscana: Fortis Juventus, Gavorrano, Ghivizzano Borgoamozzano, Grosseto, Jolly & Montemurlo, Massese, Montecatini, Olimpia Colligiana, Pianese, Poggibonsi, Ponsacco, Scandicci, San Giovanni Valdarno, Viareggio e Vivi Altotevere Sansepolcro.

Trentino Alto Adige: Levico Terme.

Umbria: Città di Castello, Foligno, Gualdo Casacastalda, Gubbio e Voluntas Spoleto.

Veneto: Abano, Altovicentino, ArzignanoChiampo, Belluno, Calvi Noale, Campodarsego, Clodiense, Delta Porto Tolle Rovigo, Este, Fontanafredda, Giorgione, Legnago Salus, Liventina Gorghense, Luparense San Paolo Padova, Mestre (Col titolo dell’Union Pro), Montebelluna, Union Ripa La Fenadora, Venezia, Villafranca e Virtus Vecomp Verona.

Stato di San Marino: San Marino.