Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Nuoto – Il trittico dello Stretto e la gara di selezione per la Traversata

Nuoto – Il trittico dello Stretto e la gara di selezione per la Traversata

Il nuoto in vasca lunga  tirerà le somme della stagione che andrà a chiudersi  nel corso dei campionati regionali assoluti e di categoria di fine mese  ma   subito dopo gli atleti di Pianeta Sport apriranno le competizioni in  acque libere nel “trittico dello Stretto”.
Nella prima settimana di agosto lo Stretto tra Scilla e Cannitello  diventerà il palcoscenico delle tre gare più importanti a sud  del circuito italiano del nuoto di fondo: la Favazzina- Scilla, il Memorial Nino Sofi e la mitica Traversata dello Stretto.
Delle oltre cento gare inserite nel calendario ufficiale della F.I.N.,  il Centro Nuoto Sub Villa S. Giovanni ha il privilegio di organizzare da 51 anni  la manifestazione internazionale più famosa ed ambita da ogni  nuotatore di fondo.
“La competizione può essere definita come la vera gara della TRAVERSATA DELLO STRETTO DI MESSINA, perché l’attraversare lo stretto a nuoto è già una conquista, ma partecipare alla competizione è tutt’altra cosa e come si espresse un atleta appena arrivato: ”QUESTA NON E’ UNA GARA, E’ UN’EMOZIONE – così il Presidente del sodalizio reggino Mimmo Pellegrino, parafrasando la home page del sito ufficiale della manifestazione, illustra le novità della gara – “ Anche per l’edizione numero 51 che si disputerà il 9 agosto 2015   la macchina organizzativa è al lavoro da dieci mesi.  Il supporto degli Enti e del Comune di Villa  in particolare ci gratifica e ci aiuta a sopportare le difficoltà enormi che una manifestazione del genere inevitabilmente comporta.  Riceviamo quasi cinquecento  iscrizioni on line ma possiamo accoglierne soltanto 100.”.
La bellezza dello Stretto, in un  contesto unico al mondo degno di diventare patrimonio dell’umanità, è un richiamo irresistibile per chiunque ami il nuoto di fondo, ma il regolamento della Traversata impone l’iscrizione  tramite modulo on line fino al numero massimo complessivo di 100 atleti,  ciascuno dei quali deve essere assistito da una  imbarcazione nel corso della gara.
Lo spettacolo che si presenta durante l’attraversamento dello Stretto è ovviamente straordinario sia per il numero di imbarcazioni ed atleti che per il consolidato folkloristico uso della presenza attiva di tantissimi turisti ed accompagnatori.
 “Giungono iscrizioni on line da ogni parte del mondo e  riceviamo pure centinaia di  richieste via mail e telefoniche che però, da regolamento,  non possiamo accogliere – precisa Bruno Pecora, Direttore responsabile della manifestazione -.Quest’anno addirittura abbiamo certificato  il sold out “on line”  dopo pochissimi minuti dall’apertura. E’ per noi un immenso dispiacere non accontentare tutti perché le regole di sicurezza, che in un mare imprevedibile  come quello dello Stretto devono essere garantite con certezza assoluta, ci impongono il limite delle 100 iscrizioni”
Anche per rendere sempre alto il livello della manifestazione, che già annovera in  start list provvisoria  atleti di calibro mondiale, l’organizzatore della Traversata dello Stretto ha promosso una interessante novità riguardo la iscrizione e la selezione dei numerosissimi nuotatori che ambiscono a parteciparvi: “L’esperienza degli anni scorsi –  continua Bruno Pecora –  ha insegnato che tardare anche pochi minuti nell’inoltrare i moduli on line, esclude dalla partecipazione una moltitudine di atleti anche di livello nazionale e società di pari rango. Per ovviare a questa oggettiva difficoltà, che pure in tantissimi ci hanno segnalato e soprattutto per garantire sempre la massima trasparenza nella gestione delle iscrizioni, quest’anno abbiamo pensato di definire la start list  on line solo per 50 agonisti e 20 master riservando gli  ulteriori  posti disponibili ai primi 30 master classificati nel XIX° Memorial Nino Sofi, altra bellissima gara del circuito nazionale di fondo che quest’anno, per l’occorrenza,  si svolgerà il 6 agosto nel meraviglioso tratto di costa viola tra Scilla e Cannitello”.
“ L’idea della qualificazione sul campo, unica nel panorama del nuoto di fondo internazionale – conclude il Presidente Pellegrino -, renderà il Memorial Sofi una gara di altissimo livello tecnico per ottenere la ambitissima posta in palio della qualificazione alla Traversata dello Stretto ( per l’iscrizione e per altri dettagli, tra cui la storia delle gare di nuoto nello Stretto, www.traversatadellostretto.it)”.
In attesa che la start list della Traversata dello Stretto si completi il 6 agosto con le prime 10 donne ed i primi 20 uomini classificati nel Memorial Sofi, il trittico di gare nel mare dello Stretto sarà invero inaugurato il 2 agosto dalla Favazzina – Scilla.
Giunta alla 40° edizione, la gara che celebra la memoria di Antonio Panuccio si svolge in   “Uno scenario unico al mondo per una competizione quasi mitologica”.
Con questo ambizioso manifesto l’organizzazione di Carmine Pirrotta per la Scilla Nuoto ha reso la competizione un caposaldo  in tutti gli ambienti del nuoto di fondo.
La partenza da Favazzina nello  sfondo dell’isola di Stromboli, il passaggio rasente allo storico borgo di Chianalea e  la incombente maestosità del castello Ruffo che apre ai nuotatori l’ingresso della  marina grande di Scilla, è stato considerato uno dei percorsi in acque libere più suggestivi d’Europa.  Le gare  dello Stretto ed in particolare la Favazzina Scilla del 2 agosto ed  il Memorial Sofi del 6 agosto, hanno già raccolto  numerose adesioni (e  tante altre sono attese fino alla chiusura delle iscrizioni fissata al 25 luglio) da parte di atleti di altissimo livello  provenienti dai gruppi sportivi militari e dalla nazionale: tale partecipazione contribuirà a rendere   le  competizioni più frequentate dai nuotatori calabresi e siciliani all’altezza delle aspettative dell’intero movimento del “nuoto in mare” da anni  in decisa ed esponenziale crescita.