Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Morrone: “Cosenza, che colpo! Arrighini può essere devastante”

Morrone: “Cosenza, che colpo! Arrighini può essere devastante”

di Valter Leone – È una delle prime persone alle quali ha telefonato. Perché a Pisa è stato il suo capitano. E poi perché è un cosentino doc, nato calcisticamenhte nel Cosenza e con i lupi nel cuore. Parliamo di Stefano Morrone, in vacanza con la famiglia dopo avere completato il corso di allenatore Uefa B. “Il mio futuro? Non lo so. Deciderò la prossima settimana: mi hanno chiamato dal Parma, dandomi ampia libertà di scelta: ancora giocare oppure intraprendere la carriera di allenatore con le giovanili. Vedremo. Percentuali? Diciamo 51% allenatore e 49% calciatore”.

La telefonata con Stefano è per parlare di Andrea Arrighini, volto nuovo del Cosenza. “Mi ha telefonato: è molto contento della scelta che ha fatto. È chiaro che gli sarebbe piaciuto confrontarsi in un campionato come quello di serie B, però l’opzione Cosenza lo ha entusiasmato. Mi ha chiesto della città, della gente: gli ho risposto, vai tranquillo, sono una garanzia. Non conosco la società e il gruppo, però dall’esterno posso dire che ha scelto di venire a giocare in una piazza dove si stanno facendo le cose per bene”.

Ma com’è Arrighini come calciatore? “Io – aggiunge Morrone – posso garantire che se messo nelle condizioni giuste, può diventare il valore aggiunto del Cosenza. È una prima punta classica, gioca sempre sul filo ed è uno che si sacrifica per la squadra. Poi in profondità è devastante: la corsa, la progressione sono doti eccezionali e che ha messo in mostra a Pontedera dove ha disputato due campionati da mettere in cornice. La parentesi di Pisa non fa testo, anche perché spesso veniva utilizzato da attaccante esterno nel 4-3-3: la linea laterale non è il suo forte. Ripeto: è una prima punta che in Lega Pro fa la differenza. Va messo nelle condizioni giuste per sfruttare le sue qualità”.

 

 

Clicca mi piace sulla nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato sul Cosenza e su tutto lo sport calabrese.