Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Cosenza – Al Memorial Misasi il meglio dell’atletica calabrese

Cosenza – Al Memorial Misasi il meglio dell’atletica calabrese

Che a Cosenza la corsa fosse diventata un fenomeno sociale, lo si sapeva da qualche anno, osservando i bordi delle strade cittadine affollate nelle ore più disparate di neofiti o giù di lì del running. Ma che la città concedesse ad ogni inizio estate il proprio tempio calcistico per permettere di esaltare le caratteristiche tecniche di una specialità distante dalle logiche del business-bluff pallonaro, è indice di un chiaro mutamento, in senso qualitativo, dello spirito sportivo di un’intera collettività. Sabato pomeriggio sulla pista dello stadio San Vito, la tredicesima edizione del Memorial Antonio Misasi, meeting di gare di mezzofondo prolungato sulla distanza dei 5000 metri, ha espresso un saggio del livello raggiunto nella disciplina dal movimento calabrese. L’ultima delle quattro serie previste, suddivise per tempi di accredito, ha di fatto scritto la classifica finale del meeting. Con l’incitamento del pubblico presente, Balduino Scarfone (Team Running Montemiletto) ha vinto la sua batteria e quindi il Memorial, con il tempo di 15’42’’. Al secondo posto Giuseppe Terranova della Cosenza K42 giunto al traguardo in progressione con il crono di 15’57’’. A 7’’ dal pupillo di Leone, il catanzarese Adriano Mirarchi dell’Hobby Marathon. Dopo le gare giovanili e al calar delle ombre, la partenza del Trofeo Caffè Aiello, batteria ad invito di atleti top. È stata una gara tirata fino all’ultimo con protagonisti i due africani Ndiho e Njie, il palermitano Vincenzo Agnello e il marchigiano Andrea Falasca Zamponi che dal terzo chilometro in poi hanno prodotto un cambio ritmo netto tale da creare due tronconi. Il burundiano Vianney Ndiho, in testa dai primi giri, prova l’assolo a metà del quarto chilometro, ma trova nel diciasettenne Nfamara Njie un osso duro da mollare, tant’è che all’ingresso dell’ultima curva il neo Campione Italiano categoria Allievi dei 3000 metri, lo sorpassa e lo batte allo sprint concludendo in 14’25’’. Ndiho, tesserato per l’atletica Casone Noceto (PR), chiude in 14’26’’. Al terzo posto Vincenzo Agnello, anche lui Casone Noceto, in 14’31’’. Quarto il bravo Andrea Falasca Zamponi dell’Atletica Recanati con il temo di 14’38’’. Daniele Caruso del Club Atletico Potenza si classifica quinto con il crono di 14’41’’. Daniele Del Nista (G.P. Alpi Apuane Lucca) è sesto in 15’06’’. Settima posizione per il brindisino Daniele Miccoli dell’atletica Carovigno con 15’12’’. Ottavo l’unico calabrese partito, Danilo Ruggiero, che taglia il traguardo in 15’35’’. La categoria Senior del Memorial è stata vinta da Davide Pirrone (HMC); la categoria Promesse da Giuseppe Terranova (K42); la categoria M35 da Adriano Mirarchi (HMC); la categoria M40 da Agostino Esposito (K42); la categoria M45 da Luigi Imbrogno (K42); la categoria M50 da Francesco Cimino (Vigili del Fuoco CZ); la categoria M55 da Pietro Pesce (Lauria); la categoria M60 da Francesco Bava (HMC); la categoria M65 da Benedetto Andreoli (K42); la categoria femminile da Luana Boellis (Atletica Carovigno).