Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – Acr Messina: “Noi estranei ai fatti contestati”. Addio ripescaggio in Lega Pro?

Calcio – Acr Messina: “Noi estranei ai fatti contestati”. Addio ripescaggio in Lega Pro?

“L’ACR Messina rende noto di prendere atto per quanto emerso oggi, in sede di conferenza stampa, circa le attività di indagine effettuate dalla Procura di Catania e ritiene doveroso precisare la totale estraneità ai fatti contestati dei propri tesserati fermo restando la massima disponibilità a collaborare con l’Autorità Giudiziaria per quanto di eventuale propria competenza”.

Lo si legge in un comunicato diffuso dall’Acr Messina in merito agli avvisi di garanzia che hanno raggiunto il presidente Lo Monaco, l’amministratore delegato Failla  il ds Ferrigno in merito a una possibile combine di una gara contro l’Ischia dello scorso aprile

La giustizia sportiva e quella ordinaria faranno il loro corso, ma la cosa rischia di pesare anche sul piano sportivo.

Nelle ultime ore si stava facendo strada l’ipotesi secondo cui sulla parte siciliana dello Stretto si stesse lavorando ad un ripescaggio assai probabile.

Se dovessero valere ancora le norme delle passate stagioni secondo cui i club condannati anche minimamente per fatti collegati al calcioscommesse o analoghi entro il biennio precdente non possono beneficiare di alcun tipo di ripescaggio o riammissione i biancoscudati dovrebbero dire addio alla possibilità di giocare ancora in Lega Pro.

Basterebbe una sanzione anche minima . Toccherà alla società dimostrare la propria estraneità ai fatti nel caso in cui il procuratore Palazzi dovesse accertare responsabilità.

E, come dire, calza a pennello lo striscione esposto dai tifosi peloritani nel settore ospiti del Granillo, sebbene in quel caso il destinatario del messaggio fossero  la Lega, la Federazioni e il Coni per aver ridato vita alla Reggina.

Gli stessi organi a cui adesso il Messina si dovrà appellare per dimostrare la propria estraneità ai fatti.