Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza-Onze, accordo saltato. Sponsor tecnico cercasi

Cosenza-Onze, accordo saltato. Sponsor tecnico cercasi

di Valter Leone – Un accordo vero e proprio non c’è mai stato. Già dopo i primi incontri, il professore Turano aveva capito che i presupposti per tornare a essere lo sponsor tecnico del Cosenza calcio con il marchio Onze non c’erano. Però l’amicizia che lo legava al segretario Massimo Bandiera, conosciuto ai tempi della Reggina quando l’azienda di San Marco Argentano vestiva il club di Lillo Foti in serie A, aveva fatto sì che tornasse a sedersi attorno a un tavolo nella sede di Viale Magna Grecia. E nei giorni scorsi l’incontro c’è stato, appena l’imprenditore aveva fatto ritorno dalla Cina. Lo stesso Turano aveva portato tre modelli di maglia: due rossoblu, una con i lacci attorno al collo l’altra più tradizionale, in entrambi i casi con la coccarda tricolore della Coppa Italia di Lega Pro e metà rossa e metà blu. Il terzo modello era la maglia bianca con strisce orizzontali rossoblu, in stile Genoa. Entusiasti, dopo l’incontro, il direttore sportivo Meluso il quale ha partecipato alla riunione assieme al segretario Bandiera, al team manager Kevin Marulla e all’impiegata Roberta Anania. Si è discusso, anche dell’abbigliamento da passeggio e delle felpe che la Onze avrebbe realizzato con un’azienda italiana. Anche in questo, così come per le maglie da gioco, abbigliamento personalizzato.

Insomma, sembrava tutto fatto per il ritorno della Onze al Cosenza calcio. Mancava soltanto il placet del presidente Guarascio, il quale non ha mai incontrato di persona Turano ma sono sempre stati i suoi collaboratori del club rossoblu a contattare l’imprenditore per nome e per conto del massimo dirigente del Cosenza calcio. E dire che tra la stessa Onze e il Cosenza calcio è in atto un vicenda giudiziaria presso il tribunale di Cosenza per forniture non pagate (una riferita alla stagione 2011-2012, l’altra al solo ritiro della stagione 2012-2013). Secondo quanto hanno fatto trapelare da Viale Magna Grecia l’accordo lo avrebbe fatto saltare il presidente, pare per le eccessive indiscrezioni trapelate sugli organi di informazione; ma c’è chi sussurra, sempre dalle stanze dei bottoni del club rossoblu, che il vero nodo sarebbero state le maglie da gioco: Guarascio ne voleva una cifra attorno alle mille unità mentre la Onze nel contratto di sponsorizzazione ne avrebbe previsto una cifra di gran lunga inferiore, circa 200 maglie in tutto. Non è ufficiale ma da ieri sera l’accordo è saltato definitivamente, anche perché dopo l’ultimo incontro lo stesso Turano aveva dato una scadenza ben precisa: venerdì. E a oggi, sabato, nessun contatto.