Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Squash – Premiata l’Asd Squash Rende con il Nick d’Onore

Squash – Premiata l’Asd Squash Rende con il Nick d’Onore

Il 4 giugno 2015, nella splendida cornice dei saloni del Cinema Garden di Rende, si è svolta la manifestazione per il conferimento di un prestigioso riconoscimento alla ASD Squash Scorpion Rende, quello del Nick d’Onore. E’ un premio che La Federazione Italiana Giuoco Squash ha sinora conferito a personalità eccellenti della politica e dello sport, per la prima volta ad un’associazione! La motivazione ha racchiuso, indelebilmente inciso sul retro della targa d’argento, il concetto che tutti i Consiglieri Federali, con il Presidente On. Siro Zanella alla guida, hanno della società sportiva rendese, quello di un’abnegazione verso questa antica disciplina sportiva, che oramai vanta a Rende 4 lustri di attività, di un lavoro costante e meritevole del Presidente, Salvatore Pasquale Speranza, che ha fatto conseguire agli atleti, negli anni, numerosi allori sportivi e dello staff tecnico, con Massimiliano Manna prezioso componente.

Alla cerimonia hanno preso parte numerose autorità politiche, tra le quali il Sindaco della Citta di Rende, Avv. Marcello Manna, sempre attento e puntuale rispetto al mondo sportivo in genere, a quello dello squash in particolare; all’Assessore alla Cultura Turismo e Spettacolo, Dott. Vittorio Toscano; al Consigliere Comunale, Dott. Mario Rausa, già fattivo Assessore allo Sport della città, nonché giocatore di squash, la cui passione ha lasciato pur in eredità al figlio Andrea, arbitro Federale di codesta disciplina sportiva.

Gradita, come sempre, l’ “egida” del Presidente Provinciale del CONI, Pino Abate, che, negli anni, non ha fatto mai mancare la sua preziosa presenza in tutte le competizioni e manifestazioni sportive organizzate dallo Squash Scorpion di Rende.-

Presente anche in prima fila, nei posti riservati alle Autorità, il Dott. Antonio Provenzano, Comandante Provinciale della Polizia di Stato, che ha rivolto un saluto alla affollata platea, gremita da oltre 500 persone partecipanti all’evento, ricordando l’importanza dello sport nella formazione e nella disciplina dei giovani.-

A conferma di questi validi argomenti, cospicua la presenza di Professori delle scuole medie e superiori, che gioivano per le affermazioni sportive conseguite, sempre in questa disciplina, dai loro alunni in campo nazionale. Un tripudio di ori, raramente argenti e bronzi, sono stati il bottino degli allievi delle scuole non solo di Rende.

Ottimo argento nel campionato studentesco nazionale scuole medie di primo grado, conquistato dall’ I.C. Zumbini di Cosenza, formazione diretto dai Prof.ri Titti Branda e Giuliano Tarsitano, e composta da Giulia Ricca, Marco Crispino e Giovanni Rizzo, e dall’ I.I.S. di Castrolibero, la cui squadra formata da Thomas Orrico, Antonio Sulla ed Emanuel Miraglia e capitanata dalla Prof.sa Elena Cocca ha conquistato l’ argento al campionato nazionale studentesco per le scuole medie di secondo grado, tornei disputati nel mese di maggio a Riccione.

Titoli strappati a città più antiche e blasonate, almeno per aver cominciato molto tempo prima l’approccio con tale sport. Tutti i ragazzi che hanno eccelso a livello nazionale, accompagnati dai loro professori, son saliti sul palco per ritirare il giusto riconoscimento, offerto loro dalla società sportiva, per l’impegno profusa nell’attività agonistica. Momenti esaltanti e vibranti, condivisi dalla folla di amici, parenti, simpatizzanti, che, non trovando posti a sedere, seguiva, pur in piedi, il veloce snocciolarsi della complessa manifestazione.-

Il Prof. Bernardo Madia coordinatore dell’ufficio provinciali di educazione fisica ha premiato i campioni d’Italia del Liceo Scientifico Pitagora di Rende capitanati dai Prof.ri Orsola Paparo e Dario Rovito e dagli alunni Giacomo Lopez, Pierpaolo Lopez e Francesco Curcio vincitori del Campionato Studentesco riservato alle scuole medie di secondo grado. Mentre la Dirigente Scolastica Prof.sa Immacolata Cairo, dell’ I.C. Don Milani-De Matera di Cosenza, ha premiato i campioni Italiani dell’ I.C. P. Decoubertin di Rende, che hanno vinto il Campionato Studentesco Nazionale riservato alle scuole medie di primo grado. La Decoubertin era ben rappresentata dal Prof. Roberto Costabile e dai giocatori Francesco Scofano, Sophie Piluso e Goffredo Scanga.

Momento ” didattico ” per tutti coloro i quali per la prima volta si sono approcciati alla conoscenza di questo sport, praticato in ben 156 Paesi nel Mondo, addirittura come prima disciplina sportiva in molti di essi, e che sta avendo in Italia una nuova esaltante stagione di diffusione, è stato quello della proiezione di un video, per una parte composto dalla Federazione Nazionale e per l’altra dalla ASD Squash Scorpion di Rende. Nella prima parte, si è posta l’attenzione alle tecniche, alle tattiche, alle finalità del giuoco. Nella seconda, sono stati estrapolati minuti di due partite recenti, disputate dai due Campioni Italiani Under 15, per l’anno 2015, che la società sportiva rendese ha appena espresso: Cristina Tartarone e Federico Belvedere. In due avvincenti finali, neanche un mese or è, i due giovani atleti hanno piegato con il perentorio punteggio di 3 ad 0 Cristina e di 3 a 0 Federico, i rispettivi competitori, di Genova e di Riccione. In quella trasferta riccionese, un pullman e diverse auto da Rende hanno seguito i numerosi atleti che si son cimentati nei prestigiosi Campionati Italiani di categoria.-

La manifestazione si è conclusa con l’appuntamento più atteso, la consegna del Nick d’onore, all ‘ Asd Squash Scorpion, direttamente dalle mani del Presidente Nazionale della Figs On. Siro Zanella, accompagnato dal segretario nazionale Prof. Davide Monti e dai Consiglieri Nazionali Piero Bartoletti ed Elio Signorelli.

Rappresentato nella accogliente sala del Cinema Garden, ai massimi livelli, il mondo dei media, da Teleuropa network, che ha effettuato le riprese, alle testate giornalistiche principali della nostra Regione: La Gazzetta del Sud, il Quotidiano della Calabria, La Provincia Cosentina, oltre a testate on line.

Quasi due ore di rappresentazione del mondo dello squash, che palpita in Rende e che riesce sempre più a coinvolger i giovani, anche i ragazzini da 6/10 anni in poi e tutte le loro famiglie, son trascorse d’un fiato e si è giunti al termine della manifestazione con l’interesse di conoscer sempre più da vicino questo avvincente giuoco.