Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Coscarella: “Trocini rimane al Rende. I nostri giovani chiesti in B e Lega Pro”

Coscarella: “Trocini rimane al Rende. I nostri giovani chiesti in B e Lega Pro”

 Valter Leone – A distanza di una settimana dalla sfida dello Jacovone con il Taranto l’amarezza in casa Rende non è sbollita del tutto, però si cominciano a muovere i primi passi per il futuro. Il presidente Fabio Coscarella lavora su più fronti, dagli aspetti societari a quelli tecnici senza far passare in secondo piano quelli organizzativi. Ma procediamo per ordine: questione ripescaggio in Lega Pro. “Se gli standard dovessero essere quelli che stanno circolando negli ultimi giorni, è chiaro che si tratta di richieste fatte apposta per evitare che ci siano domande di ripescaggio. Soltanto un pazzo potrebbe, pronti via, sborsare un milione e 200mila euro.

Se invece si tornerà alle indicazioni trapelate precedentemente, ovvero 400mila euro più 200mila a quel punto il Rende è pronto, per la domanda di ripescaggio ci siamo anche noi”. Il discorso tecnico, invece, parte dall’allenatore. Dopo la salvezza miracolosa della scorsa stagione (27 punti nelle 12 partite in cui è stato panchina) e il secondo posto nel campionato appena concluso (64 punti in 34 partite più il pareggio con l’Agropoli e la sconfitta di Taranto nei play off), il Rende proseguirà con Trocini. “L’allenatore sarà ancora lui. Siamo ai dettagli ma – precisa il massimo dirigente biancorosso – Bruno rimarrà con noi anche nella stagione 2015-2016”. Sui giovani del Rende hanno messo gli occhi molti club professionistici. Su tutti il giovane attaccante Simone Caruso, classe ’95, 10 reti in campionato ma senza avere giocato il finale di stagione per infortunio.

La Reggina lo sta seguendo da tempo: Simone Giacchetta spesso si è visto al Lorenzon ma nessun contatto, al momento, con la società. “Con noi – sottolinea Coscarella – hanno parlato il Modena, il Crotone e soprattutto la Virtus Entella, società con le quali non è stato fatto soltanto un discorso economico ma anche tecnico, per creare una partnership in prospettiva futura. Il Rende continuare a puntare molto sui giovani”. Non solo Simone Caruso ma anche Giuseppe De Brasi potrebbe lasciare il Rende. “Ce lo hanno chiesto Juve Stabia ed Entella, vedremo”, ribadisce il massimo dirigente biancorosso. Nessuna richiesta ufficiale invece per l’esterno destro basso Ruffo, classe ’96, anche lui seguito da Reggina e Crotone. Alla società amaranto farà ritorno per fine prestito l’altro attaccante Federico Caruso, pure lui classe ’95.
Infine il ritiro. Il Rende sta valutando l’ottima proposta fatta da Altomonte, anche se il ritorno a San Fili, dove la squadra biancorossa ha lavorato negli ultimi anni, non è da escludere del tutto.