Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto – La Tubisider Cosenza batte Anzio e conquista la salvezza

Pallanuoto – La Tubisider Cosenza batte Anzio e conquista la salvezza

Tubisider Cosenza – Anzio 5-3 (0-1,4-1,1-0,0-1)

Tubisider Cosenza: Guaglianone Antonio, Cerchiara, Ponte(1), Chiappetta(2), Manna(1), Bosco, Barranco, Cavalcanti Massimiliano, Guaglianone Alessandro(1), Fasanella, Greco, Cavalcanti Ottavio, Martire. Allenatore: Francesco Manna.

Anzio: Caliendo, Ceccarelli, Crisciotti, Gualandi, Petkovic, Carosi, Borracino, Lucci, Raffaeli, Orlandi(3), Vignati, Cesarini, Paci. Allenatore: Mauro Birri.

Arbitri: Luigi Barletta di Napoli e Antonio Pascucci di Castellamare di Stabia. Commissario: Maurizio De Chiara di Napoli.

Note: 11 falli a favore Tubisider Cosenza, 11 falli a favore Anzio. Raffaeli(Anzio) uscito per limiti falli.

Salvezza conquistata per la Tubisider Cosenza e davanti al pubblico di casa, accorso per sostenere i propri beniamini e alla fine è stata festa! Una squadra prevalentemente di giovani e con qualche veterano è riuscita a superare nella “bella” play out l’Anzio Nuoto per 5-3, meritando ampiamente il risultato. Partita equilibrata, ma meno delle altre due precedenti, perche la Tubisider Cosenza è riuscita a limitare la formazione ospite e a proporsi con maggiore convinzione. Eppure era stato l’Anzio a chiudere in vantaggio 1-0 il primo parziale, poi è venuta fuori la squadra di casa, piazzando un perentorio 4-1 nella seconda frazione e da quel momento è cresciuta la Tubisider Cosenza che ha concesso agli ospiti una sola rete fino alla fine. La gioia per un obiettivo centrato nelle parole del capitano della Tubisider Cosenza. “ E’ stata dura ma alla fine ce l’abbiamo fatta – sottolinea Enrico Chiappetta – complimenti alla squadra e grazie a tutti coloro che ci hanno sostenuto”. Il portiere Antonio Guaglianone uno dei veterani con il fratello Alessandro, Barranco e Francesco Manna, si è confermato un para rigori anche in questa partita. “Per noi è come avere vinto un campionato – osserva il numero uno della Tubisider Cosenza – siamo stati un grande gruppo che ha dimostrato di avere spirito di sacrificio”. Ed ora tutti a tirare un sospiro di sollievo, sarà ancora serie B!