Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Kukkiwon World Teakwondo Headquarters: la Bushido Center lascia il segno

Kukkiwon World Teakwondo Headquarters: la Bushido Center lascia il segno

Dopo gli straordinari successi delle prime uscite ,la ASD Polisportiva Bushidocenter si riconferma protagonista ,questa volta a livello regionale partecipando al suo 1°Torneo Regionale Medio Jonio Taekwondo Kukkiwon /CSEN di Poomsae (Forme ), diretta dal maestro Maurizio Russo, teakwondoo 1cintura nera 3°Dan.

Un medagliere di grande livello: 4 ori,3 argenti e 15 bronzi.
I risultati per le Poomsae (Forme) sono i seguenti: Luigi Adamo,Santo Muraca,Kevin Spadafora e Michele Spadafora hanno conquistato il gradino più alto del podio nelle rispettive categorie,
un ottimo argento invece per Paolo Francesco Saccomanno e Claudio Nicoletti

Sempre nelle Poomsae si aggiudicano il 3° posto Carmine Perri ,Rosalbino Ambrosio ,Luca Macchione ,Marco Antonio Mauro ,Mario Francesco Iaconetti ,Luca Nicoletti ,Alessandro Perri
e Antonio Pio Vitale.

Per i bambini invece nel percorso di concentrazione gioco-didattica e velocità,Santo Muraca conquista l’argento, mentre ottengono il bronzo Kevin Spadafora ,Michelle Spadafora ,Luca Nicoletti ,Antonio Pio Vitale ,Alessandro Perri e Mario Francesco Iaconetti.

E’ innegabile, dopo questi risultati l’ASD Polisportiva Bushidocenter, sita in Località Taverna di Paterno Calabro (CS) sulla ex Ss19 direzione Donnici ,continua a crescere sempre di più e a confermarsi una realtà importante nel panorama regionale del Taekwondo.

La soddisfazione del Maestro Russo era evidente e non abbiamo esitato a chiedergli delle impressioni a caldo,rispondendoci ha detto:” Dopo il nostro favoloso successo all’International Taekwondo Cup di Brindisi adesso un’altra grande soddisfazione per i miei allievi ai Regionali Medio Jonio a Botricello: questa è la dimostrazione che se si lavora sodo e in maniera sistematica non si può che migliorare, passo dopo passo. Sono fierissimo di questo gruppo che si sta facendo strada e inizia a camminare sulle proprie gambe e non solo su quelle del suo maestro. Un ringraziamento sentito va anche ai genitori dei ragazzi, senza il loro sostegno sarebbe sicuramente più dura portare avanti questo progetto.Il medagliere di oggi è di quelli che ti rendono orgoglioso, ma ciò che più mi rende felice è il percorso umano che stanno seguendo e costruendo i miei allievi.”