Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, soltanto la vittoria a Melfi garantisce il nono posto e la Tim Cup
Cosenza Calcio CORI sacha allenamento

Cosenza, soltanto la vittoria a Melfi garantisce il nono posto e la Tim Cup

di Valter Leone – Vi ricordate del tripletino? Manca l’ultimo obiettivo: la qualificazione alla prossima Tim Cup dopo la salvezza e il trionfo nella Coppa Italia di Lega Pro. Ma per centrare il nono posto il Cosenza ha a disposizione un solo risultato: vincere a Melfi. E non sarà semplice, un po’ per le motivazioni della squadra di Bitetto che sono di gran lunga superiori rispetto a quelli di Roselli, un po’ perché i Lupi arrivano a questa sfida con tante defezioni. Non sarà il miglior Cosenza a scendere in campo, non a caso l’allenatore alla vigilia del match ha chiesto ai suoi grande sacrificio. “Perché è solo in questo modo che si potrà competere contro una buona squadra qual è il Melfi. Parlare di motivazioni in questo momento mi sembra un azzardo per il Cosenza”.
Intanto in campo ci sarà una formazione con tanti assenti. A cominciare dal portiere Ravaglia che ha chiuso la parentesi stagionale in rossoblu con una settimana d’anticipo, causa problemi personali da risolvere. Caccetta non ha recuperato e Cori da giovedì è fermo per un problema muscolare. Poi ci sono Corsi e Blondett alle prese con la febbre a completare il pacchetto delle defezioni che, ovviamente, comprende anche Sperotto e Serpieri la cui stagione era giunta al capolinea da diverso tempo.
I convocati sono 18 in tutto, inclusi quattro ragazzi della Berretti compreso il difensore Novello nonostante una botta allo zigomo sinistro con relativo ematoma causato da un fortuito scontro di gioco con il gigante Cesca. Non è escluso che possa essere il giorno del suo debutto in prima squadra per Novello. Invece per quel che concerne l’undici iniziale ci sono soltanto due dubbi: uno in difesa e l’altro a centrocampo. Davanti a Saracco la linea difensiva sarà composta da Ciancio e Zanini sugli esterni con Tedeschi, Magli e Carrieri che si contendono le due maglie. A centrocampo per la seconda partita consecutiva coppia centrale formata da Arrigoni e Fornito, a destra Criaco mentre a sinistra uno tra Statella e Tortolano. In avanti ancora escluso Calderini con il capitano De Angelis assieme a Cesca. A completare la panchina il secondo portiere Puterio, i centrocampisti Gaudio e Chidichimo.