Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza con i cerotti col Benevento Roselli: “Noi vogliamo il nono posto”
Cosenza Roselli

Cosenza con i cerotti col Benevento Roselli: “Noi vogliamo il nono posto”

di Valter Leone – Ricordate il tripletino? Ci siamo: manca soltanto il nono posto, quello che vale la partecipazione alla prossima Tim Cup, e il Cosenza potrà chiudere la stagione con tre obiettivi da mettere in bacheca. Domani per la sfida con il Benevento, però, il tecnico Roselli dovrà fare i conto con la lunga lista di indisponibili. Prendete appunti: Ciancio squalificato, Tedeschi nei 19 convocati ma non utilizzabile, Sperotto e Serpieri infortunati di lunga data ai quali si sono aggiunti Zanini messo out dalla febbre e Caccetta che si è fatto male alla caviglia nell’allenamento del primo maggio. “Al nono posto ci tiene molto il presidente, il quale lo ha ribadito al direttore Meluso in questi giorni che io non ho visto. Ma ci tengo anche io, ci tiene la squadra e ci tengono i tifosi. Certo, mi sarebbe piaciuto giocare questa partita con l’organico al gran completo; così come mi sarebbe piaciuto affrontare Il Benevento ancora in lotta per la promozione in serie B. Peccato, sarebbe stata tutta un’altra partita anche per lo spettacolo”.

A proposito di nono posto sembra un sfida tutta tra il Cosenza e il Melfi, anche se Roselli non è del tutto d’accordo. E spiega il perché. “Certo, il massimo sarebbe se domenica sera riuscissimo ad agguantare il Melfi, visto che anche loro hanno una partita difficile con il Matera. Così all’ultima di campionato andremo lì a giocare con due risultati su tre, visto che arrivare a pari punti ci sarebbe per noi il vantaggio della vittoria nella gara d’andata. Ma occhio a Lupa Roma e Barletta: non sono del tutto fuori dalla mischia perché i laziali potrebbero arrivare a quota 46 e i  pugliesi addirittura a 47 punti. Vedremo. Intanto giochiamo questa partita con il Benevento, anche se dal punto di vista fisico non siamo al top però nel calcio conta soprattutto la testa, la conferma l’abbiamo avuta ad Aversa”.

Capitolo formazione. “In porta gioca Ravaglia, perché da lunedì è libero per problemi personali da risolvere e lascerà il gruppo. Corsi e Blondett sugli esterni, con due mancini in mezzo alla difesa (Magli e Carrieri, ndc). A centrocampo Criaco, Arrigoni e Fornito sicuri e poi il dubbio Statella-Tortolano. Mentre in avanti ci sono quattro calciatori per due maglie: non ho ancora deciso. Certo è che la coppia che contro il Benevento partirà dalla panchina, a Melfi giocherà titolare”.