Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Squash – Alle finali Nazionali Allievi bronzo della Torre di Mezzo di Castrovillari

Squash – Alle finali Nazionali Allievi bronzo della Torre di Mezzo di Castrovillari

Questo fine settimana si sono disputate presso il Centro Tecnico Federale di Riccione, le finali Nazionali del Campionato Italiano allievi di Squash a squadre under 17 FIGS. La Calabria era rappresentata dal quartetto composto da Federico Belvedere, Giacomo Lopez, Cristina Tartarone e Camilla Di Napoli, guidato per l’occasione dalla dirigente sportiva Antonella Granata.
La particolarità della squadra calabrese stava nella loro giovane età; infatti, nessuno dei quattro ha ancora compiuto i 15 anni di età e incrociare le racchette con ragazzi di 2-3 anni più grandi non lasciava sperare a grandi ambizioni.
Sovvertendo ogni pronostico e guidati da due splendidi atleti quali Belvedere e la Tartarone, la Torre di Mezzo ha sfiorato il colpaccio.
Infatti, nelle eliminatorie, nel primo incontro contro il 360º Sport Genova, i calabresi sbalordivano tutti i presenti; nei tre incontri con i genovesi, come da regolamento, scendevano in campo le teste di serie n.2, il ligure Daniele Petracchini che impattava con un tosto Giacomo Lopez. Nei tre set a 15 punti disputati Lopez portava alla sua squadra il bottino di 45 a 13.
Nel secondo incontro scendevano in campo le ragazze, la genovese Petra Paunonen riconosciuta n.1 in Italia nella sua categoria, che da pronostico doveva riequilibrare le sorti dell’ incontro; invece Cristina Tartarone col punteggio di 15-7, 15-10, 15-2 dominava la forte avversaria vincendo per 45 a 19.
Ultima gara vedeva in campo i numeri 1, ma per Federico Belvedere era una formalità portare a casa l’incontro contro Dario La Monica con il punteggio di 45 a 34.
Genovesi liquidati con il secco punteggio di 66 a 139.
Il secondo incontro vedeva ora contro la corazzata vicentina dello Squash Pegaso, qui davvero le speranze di vittoria erano nulle. Infatti già nel primo incontro Geremia Bicego batteva largamente Lopez con il punteggio di 45 a 23. Nel femminile poi Letizia Viel 17 anni doveva far un sol boccone della Tartarone ed invece accade che quest’ultima non ci sta a fare l’agnello sacrificale e punto su punto combatte alla pari contro la Viel, e alla fine riesce anche a prendersi il lusso di batterla per 41 a 40.
Nell’ultimo incontro rimanevano però ancora 21 punti da recuperare e Federico Belvedere provava il miracolo, che riusciva nei primi due set contro Stefano Vigolo per 15-9, 15-4, ma nel terzo set Belvedere concedeva, dopo aver dato il massimo nei primi due set, un 15-14 all’avversario. Ha vinto per 45 punti a 34, ma non bastava alla Torre di Mezzo che, per soli 6 punti, 114 a 108, lasciava i 3 punti ai Veneti.
Si andava avanti ed era la volta di affrontare la squadra sulla carta più forte la Squash Italia Roma, tatticamente veniva tenuta a riposo Tartarone ed al suo posto veniva schierata Camilla Di Napoli.
Nel primo incontro Lopez si riscattava del precedente incontro e si imponeva su Alessandro Urbinati per 45 a 24. Ma come previsto nel femminile Marta Brunello batteva per 45 a 23 la pur coreacea Di Napoli, riportando le squadre in parità. Nell’ultimo incontro Belvedere, seppur disputando il suo incontro migliore, doveva cedere per 45 a 23 con il nazionale Pietro Conti, di ben 3 anni più grande.
Punteggio finale 114 a 91 per i Romani di Squash Italia.
Nell’ultimo incontro Torre di mezzo si giocava il tutto per tutto per salire sul podio contro la squadra di casa, Mondo Squash Riccione.
Nel primo incontro Lopez perdeva malamente contro Federico Morganti per 45 a 30. Ma ci pensava la solita Tartarone a recuperare battendo per 45 a 17 Beatrice Magnani.
Nell’ultimo incontro Belvedere infliggeva al primo set 15 a 4 a Luca Brezza, che poi infortunatosi alla caviglia si ritirava. Consegnando per 120 a 66 il bronzo alla Torre di Mezzo. Per notizia i campionati venivano vinti da Squash Italia e argento a Pegaso Vicenza.
Dal 1 al 3 maggio sempre a Riccione i Calabresi disputeranno questa volta i Campionati Italiani Giovanili individuali, da Cosenza salirà una truppa di 70 persone per incitare i 30 cosentini in gara. Nell’under 15 Belvedere e Tartarone alla luce dei risultati ottenuti, si candidano fin da ora come protagonisti per la conquista del titolo, ma anche nell’ under 13 Giulia Ricca e Sophie Piluso proveranno a portare a casa il titolo italiano.