Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / C/5 – La Polisportiva Futura verso la finale di Coppa Italia: parola a De Salvo e Postilotti

C/5 – La Polisportiva Futura verso la finale di Coppa Italia: parola a De Salvo e Postilotti

Continua la marcia di avvicinamento verso la finale di andata di Coppa Italia che vedrà impegnata la Polisportiva Futura contro l’Angelana. Oggi abbiamo intervista i due calcettisti Mottesi della squadra: Antonino De Salvo e Giuseppe Postilotti

DeSalvo Nino

Capitan De Salvo, quest’anno per troppo tempo furi dal rettangolo di gioco per un susseguirsi di infortuni.

Cosa si prova ad essere il capitano di una squadra come la Futura?
Sembra scontato dire che è un motivo di orgoglio essere il capitano di una squadra come la nostra. Una squadra composta da grandi giocatori e da grandi uomini guidata da un grande professionista che è mister Alfarano.

Tu insieme a Postilotti  siete gli unici ad essere stati presenti dalla fondazione di questa società.
Si abbiamo sposato subito il progetto Futura cinque anni fa, ricordo il primo campionato fatto con tanto entusiasmo con tanti altri amici del nostro paese, nel quale eravamo la squadra materasso del girone. Poi come previsto dal primo giorno, siamo cresciuti lentamente fini a bruciare le tappe e diventare da squadra materasso a squadra scacciasassi, soprattutto dopo la svolta di tanti anni fa quando la società è diventata più forte grazie all’unione con gli altri nostri amici di Lazzaro.

Postilotti Giuseppe 93 Futura

FuturaGiuseppe Postilotti, il più giovane del gruppo, cosa pensi di questa finale ?
Penso che incontreremo una squadra molto forte e preparata , che ci aspettano due partite difficilissime e che stiamo cercando di preparare al meglio, come abbiamo sempre fatto .

Il pubblico Vi ha sostenuto anche se quest’anno avete dovuto giocare “fuori casa“
Dobbiamo sempre ringraziare i nostri amici di Motta e Lazzaro che ci hanno seguito sempre e siamo certi che ci seguiranno con attenzione anche in questa indimenticabile esperienza, comunque vada .

Per Te il più giovane cosa rappresenta la Finale?
Un sogno, mai pensato in passato,  se si pensa che 3 anni fa eravamo in serie D ed ora siamo tra le prime due squadre d’Italia di categoria e faremo di tutto per svegliarci il più tardi possibile, Forza Futura!