Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Tedeschi verso il forfait, gioca Blondett Saranno In 8000 a spingere il Cosenza

Tedeschi verso il forfait, gioca Blondett Saranno In 8000 a spingere il Cosenza

di Valter Leone  – Si va decisamente verso gli 8000 paganti per la finale di ritorno della Coppa Italia di Lega Pro. Alle 20.45 il fischio d’inizio di Cosenza-Como: si parte dal 4-1 dell’andata che mette i Lupi nelle condizioni di gestire gli ultimi novanta minuti e alzare al cielo il trofeo. Un traguardo storico, per il club di viale Magna Grecia e per l’intera Calabria: nessuna squadra della nostra regione finora ha vinto la Coppa dell’ex serie C. E Roselli ci tiene ad alzarla, perché sarebbe la classica ciliegina sulla torta dopo la salvezza in campionato centrata aritmeticamente due settimane addietro. Ecco che in campo ci saranno i migliori con qualche esclusione eccellente che ha causato non pochi malumori e che inevitabilmente andranno a condizionare le scelte per il futuro. Futuro, come ampiamente scritto nei giorni scorsi da Strill, che il presidente Guarascio vuole affidare a due figure imprescindibili per il suo progetto: il direttore sportivo Meluso e l’allenatore Roselli.

Tra gli esclusi di stasera fa scalpore quella di Calderini, indubbiamente il calciatore più amato dalla tifoseria rossoblu: con due giornate di squalifica in campionato, per la “legge” del turnover, si pensava che il fantasista umbro sarebbe stato della partita dal primo minuto. E invece no. E c’è chi garantisce che questa esclusione sarebbe l’ennesimo segnale che si vuole mandare al presidente Guarascio al momento l’unico che ha manifestato la volontà di volere riconfermare il genio e la sregolatezza del numero 10 rossoblu. Ma è proprio quella sregolatezza che non convince né Meluso, né Roselli. Ma di questo ci sarà tempo per discuterne.

Intanto si gioca. Non dovrebbe farcela Tedeschi, uno dei pupilli di Roselli: l’allenatore avrebbe fatto di tutto pur di vederlo in campo ma pare che le condizioni del centrale non siano delle migliori e probabilmente non siederà nemmeno in panchina. Per cui al suo posto spazio a Blondett centrale di fianco a Carrieri mentre sugli esterni agiranno Corsi a destra e Ciancio a sinistra; in porta il giovane Saracco. A centrocampo un’altra esclusione che farà molto discutere è quella di Fornito: il giovane talento di Trebisacce in Coppa aveva giocato tutte le partite da titolare tranne quella con la Salernitana perché infortunato e la sfida di Como perché squalificato. In mezzo gli intoccabili Arrigoni e Caccetta con Criaco “falso esterno” a destra e Statella a sinistra. In avanti il capitano De Angelis, tra l’altro bomber di Coppa con 4 reti, assieme a Cesca. Dirige Di Ruberto di Nocera Inferiore.