Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – La Viola in coro: “E’ stato un fantastico anno di transizione, l’anno prossimo…”

Basket – La Viola in coro: “E’ stato un fantastico anno di transizione, l’anno prossimo…”

Parlano quasi tutti i membri dello staff tecnico dopo la gara che ha chiuso il campionato della Viola (clicca qui per leggere la partita).

Ecco le parole dei protagonisti:

 

Gianni Benedetto ( Coach Viola)

““Questa sera era importante per me far conoscere chi è stato spesso impegnato con me, nel rendere tutta questa stagione incredibile. Senza di loro non sarebbe stato possibile nulla. Abbiamo fatto un campionato ben oltre le attese, abbiamo riaffezionato la gente alla Viola, abbiamo riportato le persone al palazzetto, abbiamo riportato il basket di Reggio Calabria a determinati livelli. Non faccio della falsa retorica  nel dire che senza il mio staff non sarei riuscito in nulla di tutto questo. Loro per tutta la stagione hanno lavorato tanto senza essere sotto i riflettori. Devo solo ringraziare tutti e lasciare a loro i giusti complimenti”

Stefano Vanoncini ( Vice Allenatore Viola)

“Stagione molto positiva. Per noi è stato gratificante lavorare con questo gruppo di giocatore. Aldilà delle difficoltà quotidiane ,che ci possono essere durante la singola partita o in allenamento, questo è un gruppo che ha sempre avuto voglia di migliorarsi, specialmente dopo le sconfitte. “Andare sopra i propri limiti” credo possa essere lo slogan di questa stagione e i giocatori hanno avuto proprio la voglia di fare questo. Abbiamo fatto qualcosa di straordinario sotto tutti i punti di vista”.

Motta (Assistente tecnico)

“E’ stata una stagione straordinaria. Voglio sottolineare come sia merito della nostra unione, tra staff società e giocatori. Da Agosto lavoriamo con sacrificio e adesso raccogliamo i giusti frutti del duro lavoro. E’ stata la stagione più bella della mia vita”

Giuseppe Lopetuso ( Preparatore atletico)

“Conoscendo lo staff tecnico, già dai primi giorni si capiva che potevamo far bene. Devo sottolineare l’abnegazione dei giocatori. E’ facile indirizzare gli esercizi, ma sono loro che sudato e faticano. La stagione è stata massacrante, abbiamo lavorato in palestra tutti i giorni, senza riposare neanche a Pasqua o a Natale. Il merito è il loro”.

Dott.Calafiore (Medico)

“Quando termina una stagione ci sono sempre tante sensazioni, belle e brutte. Devo dare atto a tutto lo staff tecnico e ai giocatori di aver dato un contributo importante in una stagione intensissima. Nonostante le tante difficoltà la forza del gruppo ha permesso di andare sempre avanti. Auguro che il prossimo anno ripartiremo con lo stesso entusiasmo di quest’anno”.

Giuseppe D’Agostino ( Fisioterapista)

“Tutto mi aspettavo nella mia vita tranne che fare una conferenza stampa al PalaPentimele  Ho sempre seguito la Viola dagli spalti e per me, essere qui ,è davvero gratificante. Devo ringraziare il coach che mi ha dato quest’opportunità. Il risultato di quest’anno è il sunto di un lavoro di gruppo che ha gestito bene tutti i momenti di difficoltà”.

Giusva Branca (Presidente)

“Anche io inizio dal ringraziare il gruppo. Tutti noi abbiamo i propri limiti, a volte ci arrabbiamo, ma le valutazioni , anche all’ultimo momento, vanno fatte guardando alcuni particolari. Vedere giocatori navigati e americani piangere a fine partita, poi rivederli nello spogliatoio con gli occhi lucidi di fronte al coach, è stato meraviglioso. Rivedere la nostra curva così colma di gioia è incredibile. Ripeto ancora una volta che l’aggregazione sociale che può creare la Viola va ben oltre il semplice basket giocato. Sarà la Viola ad andare in soccorso di Reggio. Ringrazio poi Gaetano Condello che per me è stato una guida, un fratello, e nei primissimi tempi quando io, sognando , gli chiesi :”Portami Benedetto”, lui già era sulla strada giusta per riuscirci. Vuol dire che sognare le cose apparentemente complicati e poi a lavorarci, non abbiamo limiti.

Io sono convinto che senza l’infortunio di Erik Rush non questo campionato l’avremmo vinto. Nonostante un roster dichiaratamente corto, con delle difficoltà, la squadra c’ha creduto fino alla fine.

Questa stagione era la base imprescindibile per programmare il futuro prossimo del quale vi daremo presto degli aggiornamenti. Vogliamo alzare l’asticella dell’ambizione, alla Viola serve una crescita di tutta la struttura. Sappiamo bene che  dopo cinque anni di massacro economico della proprietà serve un riequilibro degli organi finanziari, tramite diverse soluzioni, per assicurare un futuro adeguato alla storia di questa squadra.

Il nostro slogan adesso è cambiato. Siamo già al “Riprendiamoci il futuro”

Condello   (Direttore generale)

“Volevo ringraziare la proprietà e la società.Non dimentico da dove siamo partiti in Estate. Ringrazio la città di Reggio Calabria che ci ha seguito e sostenuto in maniera incredibile. Adesso siamo già proiettati al futuro, adesso faremo le nostre valutazioni e ci attiveremo subito per il meglio. Vogliamo iniziare a programmare l’intera struttura. Noi vogliamo alzare l’asticella. La Viola deve ambire a campionati superiori.

Non faremo un nuovo campionato di transizione e per fare questo sin dai prossimi giorni valuteremo i nuovi percorsi dall’affrontare”.