Home / Sport Strillit / BASKET / Basket, la Viola chiude la stagione con una vittoria esaltante contro Ravenna

Basket, la Viola chiude la stagione con una vittoria esaltante contro Ravenna

di Gianni Tripodi – Cala il sipario sulla stagione 2014/2015 della Viola tra gli applausi scroscianti del Pala Calafiore. E’ il momento dei ringraziamenti finali, al termine dell’ultima gara di campionato contro Ravenna la tifoseria nero arancio ha salutato e ringraziato i protagonisti di una stagione a dir poco esaltante sotto tutti i punti di vista al di là del mancato approdo ai playoff. Sin dai nastri di partenza l’obiettivo dichiarato da parte della società è stato quello di cercare di ricreare entusiasmo in città e così è stato. Dalla prima squadra, al settore giovanile passando dal basket femminile a quello in carrozzina, Reggio Calabria col passare dei mesi è finalmente tornata ad identificarsi con i colori nero arancio. Contro Ravenna c’era una gara da onorare e il team di coach Benedetto lo fa nel migliore dei modi, conquistando una vittoria inutile ai fini della classifica vista la vittoria di Treviglio contro Piacenza, ma che regala l’ultimo sorriso alla tifoseria nero arancio. La Viola conclude così il suo cammino in A2 Silver centrando il sesto posto con un bottino di 18 vittorie e 12 sconfitte, playoff sfiorati, ma con la certezza di disputare l’A2 unica nella stagione 2015/2016. Stagione finita e adesso? La società non si ferma, ma d’altronde non l’ha mai fatto. Branca e Condello stanno già programmando la stagione che verrà, saranno mesi di duro lavoro da parte di tutti, cominciate ad allacciare le cinture perché ne siamo certi, il 2015/2016 sarà ancora più esaltante.

Campionato A2 Silver – Giornata 30
Viola Reggio Calabria – Acmar Ravenna 89-79

Parziali: 18-16, 38-39, 56-58, 89-79
Arbitri: Stefano Ursi di Livorno (LI), Claudio Di Toro di Perugia (PG) e Alessandro Perciavalle di Grugliasco (TO)
Viola Reggio Calabria: Deloach 18, Casini 8, Azzaro 12, Rezzano 8, Lupusor 7, Spissu, Rossi ne, De Meo, Rush 26, Ammannato 10
Coach: Giovanni Benedetto
Acmar Ravenna: Holloway 8, Amoni 13, Cicognani 4, Rivali 16, Rasch 12, Grassi, Zannini ne, Tambone 2, Foiera 8, Singletary 16
Coach: Antimo Martino

L’ultima della stagione ha inizio con una novità in quintetto, il giovanissimo Spissu schierato dall’inizio con i confermati Deloach, Rush, Rezzano ed Ammannato, il ritmo di gara non è elevato, ma i nero arancio passano subito a condurre il match, 6-3 dopo i primi 3’ di gioco, Ammannato è reattivo sotto canestro, 4 punti per lui. Ravenna impatta con la tripla di Holloway, Rezzano e Rush creano il primo allungo, 11-6. Raschi con la tripla nell’angolo e Rivali con l’arresto e tiro ad accorciare sul -1, quattro punti di Deloach ridanno spinta ai nero arancio, 16-11, timeout Martino. Foiera da una parte e Rush dall’altra, Raschi allo scadere per il 18-16.

 

Secondo quarto: Schiacciata di Ammannato in avvio, due canestri consecutivi di Raschi a ridurre il gap, -2, problemi di falli per Ravenna con Tambone a quota 3 e 2 per Holloway e Singletary, già in bonus a 4’ dal termine. Primi punti per Lupusor appena entrato, +4 Viola, arriva il tecnico a Deloach per proteste e gli ospiti si portano avanti con il solito Raschi, 26-27. Fiammata nero arancio con la tripla di Azzaro, il gioco da tre punti di Deloach e l’appoggio di Rush, break di 7-0, +6 e timeout Martino. Le due triple di Singletary e Amoni valgono il -1, Lupusor ha un buon impatto, Rivali allo scadere, 38-39.

 

Terzo quarto: Singletary e Ammannato per il 41 pari, la tripla di Amoni e i liberi di Tambone valgono il sorpasso, sul +6 Ravenna i nero arancio cominciano a spingere in attacco con i canestri di Rush per la nuova parità a quota 48, Tambone e Singletary per il sorpasso, +4, timeout Benedetto. Fiammata di Rush con la schiacciata in mezzo a due avversari, canestro di Rivali ad allontanare la possibile rimonta. Antisportivo non fischiato su Rush, doppio tecnico e espulsione al dirigente accompagnatore Gaetano Condello per proteste nei confronti degli arbitri, la gara si accende, la tripla di Casini vale il sorpasso, 56-58.

 

Quarto quarto: Deloach e Azzaro per il +4, antisportivo fischiato a Raschi su Rush, l’americano dalla lunetta per il +6 a 6’42” dal termine, la tripla di Rezzano del +9 obbliga coach Martino al timeout. Casini (2/2) e la tripla di Rezzano per il +11, due canestri consecutivi di Amoni tengono Ravenna nel match, -5. La Viola non molla la presa, Deloach tiene avanti i suoi, tecnico fischiato alla panchina, Singletary dalla lunetta ad accorciare, 80-73 a 2’23” dal termine, quinto fallo di Holloway e tecnico fischiato per proteste, Casini allunga dalla lunetta sul +11. Fino alla fine gli ospiti cercano la disperata rimonta, ma non arriva, la Viola vince 89-79 e saluta il suo pubblico nel migliore dei modi.