Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – Palmese: torna il sereno sul “Lo Presti”. Il Comune dà l’ok per il sintetico

Calcio – Palmese: torna il sereno sul “Lo Presti”. Il Comune dà l’ok per il sintetico

di Sigfrido Parrello – L’attesissima Determina che sancisce il via all’apertura della gara per i lavori della posa del manto in erba sintetica sul leggendario “Lopresti” con procedura aperta attraverso il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Determina in esecuzione a quella dello scorso 26 marzo sancisce anche il via libera del Settore Contabilità del Comune di Palmi che ha così permesso la pubblicazione del bando da parte del Settore Gare e Appalti. Da questo momento in avanti, partiranno i 26 giorni previsti dalla legge per la presentazione delle domande delle diverse ditte. Una volta consegnati, si potrà procedere con l’apertura del cantiere al leggendario “Lopresti” di Palmi per la messa in posa del sintetico in modo da permettere alla Palmese, alla sua tifoseria ed alla città, di vedere giocare la ultracentenaria U. S. Palmese 1912 nel prossimo campionato Nazionale di Serie D, a 27 anni dopo l’ultima volta (era il 1987, allora Interregionale). Verosibilmente, i lavori allo stadio dei neroverdi dovrebbero iniziare tra maggio/giugno di quest’anno.

Ricordiamo che a dicembre scorso era stato contratto il mutuo di 350 mila euro per permettere la messa in posa del manto in erba sintetica sul “Lopresti”. Poi, tutta una serie di polemiche per paura che nemmeno questa volta il “Lopresti” sarebbe stato ristrutturato. L’intervento del presidente della Palmese Pino Carbone questa volta è stato duro con la cittadinanza che ha reagito a suo favore. Anche la risposta di Rocco Surace non si è fatta attendere: il Consigliere di maggioranza che detiene la Delega  all’impiantistica sportiva, aveva dichiarato il suo voto contrario al prossimo bilancio in netta contrapposizione con la sua stessa maggioranza in caso che il “Lopresti” non sarebbe stato ristrutturato. Le querelle di questi giorni sono servite costruttivamente a mettere in movimento la burocrazia dei tecnici Comunali di Palmi che rischiavano di combinarla grossa ai danni della città di Palmi.
Infatti, con la determina Comunale numero 192 datata 13 aprile 2015 (nella foto), l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Barone, ha dato una risposta concreta ai gravi problemi sollevati dalla società neroverde neo-promossa in serie D attraverso l’infuocata conferenza stampa del presidente Pino Carbone ma anche dalle “minacce” di non votare il prossimo bilancio comunale arrivate dal Consigliere comunale Rocco Surace attraverso un comunicato stampa che metteva in dubbio la tenuta della sua stessa Giunta.
Con questo atto storico finalmente e dopo quasi 50 anni di attesa, il leggendario “Lopresti” adesso subirà importanti modifiche strutturali ma principalmente la messa in posa del manto sintetico necessario per affrontare il prossimo campionato Nazionale di Serie D che la Palmese dei record si appresta a disputare dopo ben 27 anni. Così, il più amato impianto sportivo cittadino, punto di riferimento di tantissime generazioni palmesi, sarà definitivamente ristrutturato.

LE DICHIARAZIONI DEL SINDACO BARONE E DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE MUSCARI: “Il prestigioso successo ottenuto dalla Palmese, la storica squadra di calcio della nostra città, ritornata in Serie D dopo 27 anni, è stato per Palmi un successo importantissimo. Per chi è legato alla tradizione sportiva di una cittadina che non ha mai mancato di distinguersi in campo sportivo a livello regionale e nazionale, è un modo di sentirsi ancor di più orgogliosi di essere palmese -ha dichiarato Barone-. Naturalmente un plauso va alla dirigenza ed in particolare al presidente Pino Carbone che ha creduto in un impegno che non è stato solo economico ma anche sociale nel tentativo di recuperare allo sport allo sport e ad una sana mentalità competitiva centinaia di ragazzi. Ma lo stesso ringraziamento va al Consiglio comunale che unitamente ha deciso di consegnare la gestione del campo di calcio cittadino e successivamente anche del “San Giorgio” alla Società neroverde che ha brillantemente risposto all’impegno assunto trasformando la struttura sportiva ora dotata di campetti di calcio e di attrezzature in un centro sportivo di tutto rispetto che si presenta godibile anche visivamente. In ultimo un ringraziamento vorrei venisse fatto alla Giunta ed alla maggioranza amministrativa che ha voluto leggere con attenzione nelle richieste della gente e soprattutto degli sportivi ma che soprattutto ha creduto nella necessità di creare un clima costruttivo e di concorde coordinamento delle forze nell’interesse del raggiungimento di obiettivi utili alla città di Palmi. Naturalmente gli investimenti economici hanno consentito di ristrutturare bagni e spogliatoi, di acquistare le nuove porte del rettangolo di gioco e di mettere a posto la recinzione, di dotare la struttura di una tribuna smontabile suppletiva per gli ospiti, di ripulire e parzialmente ristrutturare gli spalti ed i due campi del San Giorgio. Adesso un ultimo sforzo -continua il sindaco Barone- con il sintetico che faremo affinchè al più presto venga posta la ciliegina sulla torta di un campionato fantastico e di un impegno che assieme dobbiamo onorare. Tanta fortuna ancora ai nostri colori”. Anche il presidente del Consiglio comunale di Palmi, Gaetano Muscari, ha voluto esprimersi: “L’Amministrazione comunale da sempre attenta è vicina alle esigenze delle associazioni sportive, in particolare, con riferimento alla U.S. Palmese, sono state assegnati gli stadi “Lopresti” e “San Giorgio”. Sono stati spesi oltre 120.000. Anche se non vi è stato alcun riconoscimento per l’impegno profuso, l’attenzione nei confronti della Palmese è alta. Siamo pronti a perfezionare la procedura per l’acquisto del tappetino in erba sintetica che consentirà, il prossimo anno, alla Palmese di poter giocare su un terreno di gioco dignitoso e consono ad una gloriosa squadra di calcio”.